Levigare parquet fai da te


In questa pagina parleremo di :parquet

L’arte dell’arrangiarsi


Quante volte in casa ci troviamo con un vecchio parquet che non amiamo troppo, forse solo perché è opaco o ha perso quella che era la sua iniziale bellezza? Molto spesso i pavimenti in parquet tendono a usurarsi, questo è dovuto in parte al tempo, in parte ai passaggi e al naturale deterioramento del materiale. Possono scheggiarsi, danneggiarsi, rovinarsi ma a tutto c’è rimedio.

Niente paura: basteranno poche mosse e gli attrezzi corretti per una bella levigatura e il nostro parquet tornerà a brillare di luce propria. Vediamo insieme come fare e come cimentarci in quest’opera da professionisti, tutta fatta in casa!

Scopriamo passo a passo come cimentarci in questo non troppo complicato lavoro, per realizzare una superficie degna del suo nome.

Siete pronti a levigare parquet fai da te? Si parte.


Attrezzature necessarie: tutto l’occorrente


Cadorin, collezione Listoni Antichi Per levigare parquet fai da te ci serviranno degli attrezzi del mestiere, che potremmo farci prestare da un amico, o da un falegname che conosciamo, se non li abbiamo o non intendiamo acquistarli, poiché i costi sono piuttosto alti. In alternativa potremo affittarla a prezzi modici per il periodo necessario:

• Macchina levigatrice con cinghia abrasiva a grana grossa o anche media, cinghia a grana fine per ultimo passaggio

• Macchina levigatrice per bordi

• Raschietti, spatole, rasiere e carta abrasiva

• Vernice trasparente

• Aspirapolvere per pulire e aspirare la polvere di levigazione

In primo luogo è importante sgomberare la stanza e renderla totalmente vuota per iniziare la fase di levigatura.

Passiamo una prima volta con cinghia a grana grossa o media e poi passiamo un ultima volta con cinghia a grana fine.

È importante passare la macchina seguendo l’orientamento del parquet: se a lisca di pesce in diagonale, se retto in orizzontale: passiamo con una cetra coerenza temporale senza soffermarci troppo su uno stesso punto per evitare di asportare troppo materiale o rigarlo.

A lavoro ultimato aspiriamo e puliamo con cura, per finire il tutto con l’ultima fase: la verniciatura o inceratura o passaggio con gli oli.

Se propendiamo per la verniciatura, possiamo applicare la vernice con pennellessa o rullo, pennellino per i bordi: le pennellate devono seguire il disegno del parquet per confondersi con esso.

Una volta terminato, il parquet deve essere lasciato asciugare, per avere l’aspetto iniziale del parquet appena posato.

In foto: Cadorin, collezione Listoni Antichi. Il legno viene recuperato da case e masi antichi e, dopo il restauro, si ottengono listoni pronti per nuovi, esclusivi contesti


Levigare parquet fai da te: Alcuni consigli pratici

Antico Trentino di Lucio srl parquet Madison Avenue  È importante per levigare il parquet fai da te riparare in primo luogo i danni che si presentano, prima di procedere alla levigatura, poiché questi potrebbero essere nascosti dalla polvere e apparire solo a fine lavoro.

Nella levigazione dei bordi contro parete è importante effettuare movimenti circolari con la macchina per bordi. È importante fare gli angoli a mano poiché non esiste nessuna macchina in grado di raggiungerli: basterà un raschietto e carta abrasiva prima grossa poi fine per raggiungere i posti di più difficile accesso.

Aspiriamo molto attentamente e minuziosamente la polvere di levigatura una volta finito il passaggio a macchina, anche con un panno umido o cattura polvere per eliminarla totalmente.

In questo modo, con qualche piccola accortezza, il lavoro sarà fatto a regola d’arte come da un vero professionista!

In foto: Antico Trentino di Lucio srl parquet Madison Avenue





Articoli Correlati

bonsai
Cura del bonsai

Ci hanno regalato, o siamo andati ad acquistare un nuovo amico, un bonsai. L’abbiamo curato e seguito con tutta la cura e l’amore del mondo, ma tutte le nostre piccole attenzioni non sono servite. Il ...

Vai alla pagina Cura del bonsai
formiche
Insetti in casa

Con l’arrivo del caldo e della bella stagione in aumento anche i fastidi dovuti agli insetti, alle zanzare, alle mosche, alle formiche e molti altri piccoli coriacei puntini neri che dal caldo esterno ...

Vai alla pagina Insetti in casa
pittura
Pittura acrilica

La pittura acrilica è un tipo di pittura piuttosto recente, i cui colori sono realizzati con pigmenti cromatici miscelati a resina acrilica ad essicazione generalmente veloce, secondo la resina e i pi ...

Vai alla pagina Pittura acrilica
struttura Algot con contenitori cestello di Ikea
Dimensioni ripostiglio

Dove posizioniamo tutto ciò che non gradiamo avere in giro per casa? Nel ripostiglio. Spesso ambienti di ridotte dimensioni derivanti da scarti di spazi, o ambienti di recupero determinati da riseghe ...

Vai alla pagina Dimensioni ripostiglio