Finanziamenti

Quando chiedere il finanziamento casa

Chiedere un finanziamento per la casa può significare principalmente due cosa: chiedere un prestito o chiedere un mutuo. Nel primo caso di tratta di prestiti finalizzati che richiedono quindi la documentazione che attesti come il capitale richiesto in prestito alla banca o alla finanziaria venga destinato realmente a un immobili. Gli scopi sono diversi, si va dalla ristrutturazione alla manutenzione, passando per l'acquisto della mobilia. A differenza nel mutuo, per il prestito non sono richieste garanzie e la somma massima erogabile non supera i 30mila euro e può comunque andare anche a coprire l'intero ammontare della spesa.

Per quanto riguarda il mutuo, invece, si tratta di un finanziamento più complesso perché occorre distinguere tra mutuo per la prima casa e mutuo generico: le differenze sono notevoli perché nel primo caso si ha accesso a diverse agevolazioni fiscali.

Il mutuo viene concesso solo su presentazione di adeguate garanzie e può essere richiesto esclusivamente presso una banca che, ... continua


Idee e tendenze: Finanziamenti


ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
        prosegui ... , da qualche tempo, non arriva mai a concedere l'intero importo richiesto che corrisponde al prezzo finito della casa ma, al massimo si ferma all'80% anche se sono molti i casi in cui l'importo coperto dal mutuo non eccede il 50%. Dipende dal costo della casa e dalle garanzie che il richiedente è in grado di portare.

        I finanziamenti, dunque, che riguardano la casa servono ad acquistare o restaurare un immobile, ad effettuare dunque tutte le spese in ambito immobiliare.

        Il Governo ha inoltre previsto delle agevolazioni a chi decide di richiedere un mutuo per l'acquisto della prima casa, specialmente se si tratta di giovani coppie, in modo tale da provare a smuovere il mercato immobiliare, aiutando i giovani a crearsi un futuro, che purtroppo non è più tanto limpido a causa della stretta della crisi economica che ha avvolto l'Italia.

        Il mutuo per la prima casa

        Come accennato in precedenza, un finanziamento casa particolarmente richiesto negli ultimi tempi è il mutuo, in particolar modo quello per la prima casa. E' raro, ormai, trovare qualcuno che sia in grado di acquistare una casa sull'unghia, che sia riuscito a mettersi da parte i soldi per acquistare una casa completamente in contati senza doversi rivolgere a una banca per richiedere il mutuo e, inoltre, anche chi dovesse essere riuscito a mettersi da parte l'ingente cifra necessaria, preferisce comunque chiedere un mutuo saldando il debito ratealmente per non dover tirare fuori in una sola botta centinaia di migliaia di euro.

        Un piccolo fondo da destinare alla casa va comunque creato, perché le banche non concedono mai i mutui al 100%, nemmeno alle giovani coppie, al massimo si arriva all'80% e il restante 20% deve essere messo in contanti anche perché, in base al valore della casa, non ci si può nemmeno rivolgere a una finanziaria perché il massimo che possono erogare è 30mila euro.

        Negli ultimi tempi il mercato immobiliare ha subito una brusca frenata con gravi ripercussioni sull'economia nazionale e, per questo motivo, sono stati istituiti alcuni fondi speciali da destinare alle agevolazioni per coloro che intendono accendere un muto per l'acquisto della prima casa. Ma non solo lo Stato, perché anche le banche si sono rese disponibili ad agevolare l'accesso a questo particolare tipo di finanziamento casa. Se le ipoteche presentate sono due, una sulla casa da acquistare e una su un altro immobile di proprietà di un avvallante, alcune banche riescono anche ad arrivare al 100% del totale, ma è raro, le agevolazioni più importanti riguardano la sfera fiscale, dove il versamento dell'IVA avviene ad aliquota ridotta e le imposte ipotecarie sono dovute in misura fissa, potendo anche scaricare dalla dichiarazione dei redditi una parte delle spese affrontate per l'accensione del mutuo.

        Nessun limite di prezzo viene posto per l'accesso alle agevolazioni per il mutuo prima casa, nemmeno sotto il punto di vista catastale, solo viene accertato che la casa non abbia caratteristiche del bene di lusso.

        Richiedere un finanziamento casa online

        In tutto ciò, il finanziamento casa può essere chiesto sia presso le filiali degli istituii di credito della città, sia online, avendo le stesse identiche garanzie.

        La maggior parte degli istituti di credito e di finanziamento, infatti, hanno da qualche tempo aperto degli sportelli virtuali a cui i clienti/utenti possono rivolgersi 24 ore su 24, tutti i giorni dell'anno festivi inclusi.

        Il contatto con il consulente finanziario avviene già nel momento in cui si richiede il preventivo conoscitivo senza impegno e può essere sia tramite scambio di email sia tramite call center. A differenza delle agenzie sul territorio, quelle online non prevedono che un cliente venga seguito sempre dallo stesso consulente, per lo meno non tutte, e questo genere un risparmio notevole sul costo finale del finanziamento casa rispetto allo stesso prestito o mutuo chiesto in una filiale sul territorio.

        Tutte le banche prevedono che possa essere fatta una simulazione di finanziamento o di mutuo mediante la compilazione di un form intuitivo che con un semplice click diventa richiesta di preventivo vera e propria.

        Effettuando tutte le operazioni online si ha quindi un notevole risparmio di tempo ma anche di denaro e non è necessario avere nessun contatto con un consulente in filiale, perché anche la consegna dei documenti avviene per remoto, tramite posta ordinaria o posta elettronica certificata, dove possibile.

        Anche chi chiede di accedere a un mutuo prima casa tramite il web può usufruire delle agevolazioni, ottenendo quindi in tutto e per tutto lo stesso trattamento offerto a chi si reca in uno sportello del territorio.