Lavare scarpe in lavatrice

Lavare scarpe in lavatrice: il prelavaggio e l’ammollo

Lavare le scarpe in lavatrice è un’azione che deve essere eseguita non troppo di rado poiché è molto importante di tanto in tanto, dare una rinfrescata anche a ciò che indossano i piedi, oltre agli abiti!

Infatti, è nelle scarpe che proliferano batteri e germi senza che ce ne accorgiamo: soprattutto le scarpe da ginnastica che sono utilizzate più frequentemente delle altre per le situazioni in cui si cammina di più e si deve stare comodi.

È fondamentale prima di inserire le scarpe da lavare in lavatrice che queste siano liberate da ogni sorta di sporcizia differente dallo sporco che macchia.

È bene quindi metterle in ammollo per qualche ora in acqua fredda, se possibile all’esterno di casa, in una bacinella: questo eviterà che sassi, terra e altri detriti di scarichino giù dal tubo dell’acqua causando possibile intasamento.

Una volta trascorso il tempo necessario, utilizziamo una spazzolina per rimuovere tutto dalla suola e dal carro armato: la scarpa che entrerà in lavatrice sarà solo sporca di polvere e macchie eventuali.

A questo punto le scarpe sono pronte per essere introdotte nel cestello della lavatrice.

Lavare scarpe in lavatrice: il prelavaggio e l’ammollo

Rayen 6290.50 Sacchetti per Lavatrici per Scarpe

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,1€


Come procedere per il lavaggio: programma e temperatura

Come procedere per il lavaggio: programma e temperatura Mai lavare scarpe in lavatrice con temperature alte: trenta gradi sono sufficienti, poiché il calore tende a restringere e danneggiare le plastiche di cui le scarpe sono costituite e finite.

È importante scegliere inoltre un lavaggio piuttosto breve, con la centrifuga: in questo modo la scarpa sarà ben lavata e scrollerà di dosso l’acqua in eccesso che porterebbe con sé notevoli problemi di asciugatura dando origine a muffe e odori sgradevoli.

Il detersivo deve essere dosato in piccola quantità, poiché le scarpe non assorbono al pari dei tessuti: un terzo della dose canonica può bastare, ma spesso è sufficiente anche meno detersivo.

A termine lavaggio curiamoci di stendere ben aperte e al sole, le scarpe ad asciugare: se siamo in inverno, disponiamole sopra di un termosifone, affinchè l’umido possa evaporare.


  • pulizia Pulire casa, immancabilmente non ci fa saltare di gioia.Una mansione che spesso molto volentieri devolveremo a qualcun altro, soprattutto se più incline di noi a far le pulizie. Purtroppo però ci to...
  • pulizia forno In cucina molto spesso troviamo macchie e sporco ostinato difficile da rimuovere.Il forno molto spesso è la parte più complicata da pulire, più faticosa e sicuramente più onerosa come impiego di ene...
  • bucato In ogni casa c’è una lavatrice, e in ogni casa, c’è qualcuno che deve fare una lavatrice. Bisogna sapere che ogni qualvolta che si decide di lavare dei capi e introdurli all’interno di una macchina la...
  • pulizia Quante volte ci perdiamo nelle pulizie, nel mettere a posto, nel sistemare e nel cercare di tenere in ordine? Beh, detta così sembra un mare che si perde a vista d’occhio, ma con qualche consiglio imp...

Parodi&Parodi, il salva scarpe e lavatrice, art. 165, sacco rete imbottito per lavatrice proteggi scarpe, spazzole, mop, misura 21x34, grazie all'imbottitura attutisce i colpi durante il lavaggio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,95€


Qualche consiglio di lavaggio per un buon risultato

Qualche consiglio di lavaggio per un buon risultato Lavare scarpe in lavatrice non è una cosa difficile ma è importante prestare attenzione ad alcuni elementi: ad esempio, per una perfetta riuscita e risoluzione delle macchie, trattiamo preventivamente quelle ostinate, lasciando qualche minuto ad agire all’aria.

Quando introduciamo le scarpe all’interno della macchina, eliminiamo lacci e stringhe e curiamoci di non lasciare strappi aperti: potrebbero ledere altre scarpe o tessuti presenti durante il lavaggio.

Le scarpe di pelle se molto sporche possono essere lavate in lavatrice, ma questo causerà un inevitabile deterioramento e secchezza del materiale: è importante, infatti, non metterle ad asciugare su fonti di calore diretto oppure al sole, ma in luoghi riparati. Al termine dell’asciugatura ammorbidire la pelle con grasso apposta per ridare la consistenza iniziale.