Risposte utili a problemi che potreste avere con la lavastoviglie

La lavastoviglie non lava, che fare?

La lavastoviglie è un elettrodomestico utile e funzionale, che ci solleva dall’incombenza di passare lunghi minuti chini sul lavandino a pulire piatti e stoviglie, soprattutto nel caso di nuclei famigliari numerosi.

L’efficienza e la rapidità della pulizia sono il suo punto di forza, ma talvolta può capitare che il suo corretto funzionamento si inceppi. La prima avvisaglia in questo caso è una pulizia non ottimale delle varie stoviglie. Se vi doveste trovare di fronte a piatti ancora sporchi dopo il ciclo di lavaggio non allarmatevi, e ricordate che spesso questi problemi possono essere risolti velocemente una volta individuata la fonte.

La causa principale nel caso di lavaggi rivadibili è da attribuire alla formazione e all’accumulo del calcare (nemico numero 1 in cucina) all’interno dei tubi di passaggio dell’acqua o nelle parti meccaniche dell’elettrodomestico.

Una buona idea e un consiglio sempre valido sono quelli di monitorare periodicamente lo stato di salute di alcuni elementi chiave nel ciclo di pulizia della lavastoviglie, come la valvola di aspirazione, i filtri (che evitano che le parti di cibo più grandi finiscano nel sistema di pompaggio), la valvola di scarico (che permette all’acqua sporca di uscire e non rimanere nella lavastoviglie) e i mulinelli (strumenti posizionati sotto il cestello dai quali viene spruzzata l’acqua): se anche uno solo di essi dovesse essere otturato, il lavaggio ne risentirebbe in maniera sensibile. Ecco perché è fondamentale rimboccarsi le maniche e occuparsi con scadenze regolari delle componenti del nostro elettrodomestico.

La lavastoviglie 3D Zone Wash di Hotpoint, presentata in occasione di FTK 2018 (Technology for the Kitchen), è in grado di offrire fino al 40% in più di forza pulente grazie a 5 irroratori combinati, per una copertura totale del cestello. La tecnologia 3D Zone Wash conferisce inoltre al modello estrema potenza e grande silenziosità, in un design sobrio e riconoscibile.

La lavastoviglie non lava

Whirlpool WIC 3C26 Fully built-in 14places A++ Silver - dishwashers (Fully built-in, A, A++, Full size, Silver, Buttons)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 361,79€


La lavastoviglie non carica acqua

La lavastoviglie non carica acqua Difficile fare una lavastoviglie senza poter disporre di acqua: se il nostro elettrodomestico non la carica, il programma di lavaggio non può partire. Ma da cosa può dipendere il mancato afflusso d’acqua?

La prima indiziata a poter essere danneggiata è in questo caso la valvola di carico e scarico: la lavastoviglie infatti, prima di avviarsi, attiva la pompa di scarico come meccanismo di sicurezza per impedire il carico nel caso l’acqua residua del lavaggio precedente non sia stata ancora del tutto smaltita. Terminato lo scarico, procede poi automaticamente al carico.

Chiaramente, una valvola rotta pregiudicherebbe tutta l’operazione. In questo caso non è possibile procedere col fai da te, ma diventa necessario rivolgersi al centro assistenza del rivenditore da cui abbiamo acquistato la lavastoviglie.

Un altro colpevole del mancato carico potrebbe essere il galleggiante, uno strumento posto sul fondo della lavastoviglie che misura il livello dell’acqua al suo interno. Se non funziona bene, è possibile che il meccanismo di scarico e carico dell’acqua venga inibito. Anche in questo caso l’unica soluzione è la sostituzione del pezzo difettoso.

Una terza causa può essere ricercata nel funzionamento non corretto del blocco della porta della lavastoviglie. In questo caso il guasto può essere meccanico (l’aggancio della porta è difettosa) o elettrico (la lavastoviglie non riceva l’input di chiusura). Per ovvie ragioni di sicurezza il carico dell’acqua non può partire senza il blocco della porta e di conseguenza neppure il programma di lavaggio.

La lavastoviglie Adora S di V-Zug può contare su un display digitale, 9 programmi e la possibilità di partenza ritardata fino a 24 ore. Presentata nella cornice di FTK 2018, può essere allacciata all’acqua calda e consentire un risparmio fino al 90% di energia. Il cestello inferiore ha zona MultiFlex completamente ribaltabile per accogliere le teglie di grandi dimensioni.


  • lavastoviglie Le lavastoviglie si dividono in due tipologie: da incasso e da libera installazione. Le lavastoviglie ogg devono essere particolarmente parche nei consumi, silenziose e curate nei dettagli e devono av...
  • lavastoviglie rex electrolux Risparmio energetico, affidabilità e comfort: sono queste le caratteristiche che le lavastoviglie oggi sono in grado di assicurarci, se utilizzate in modo corretto.Le lavastoviglie si prendono cura ...
  • lavastoviglie electrolux Lavastoviglie Electrolux: Le dimensioni contano. E così Electrolux Rex permette ai suoi clienti di dare forma alle loro idee in cucina. E lo fa creando lavastoviglie con una nuova grande vasca, proget...
  • minilavastoviglie siemens Quando dobbiamo scegliere gli elettrodomestici per casa, la scelta cade sempre sulla capienza massima. Ad esempio per l’acquisto della lavastoviglie, si fa caso ai coperti, più ce ne stanno più valuti...

Whirlpool Europe PH WIEB19 Lavastoviglie da Incasso Scomparsa Totale, Metallo, Bianco, 82x59,5x57 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 355,11€


La lavastoviglie non si scarica

La lavastoviglie non si scarica La lavastoviglie non si scaricaIl mancato scarico d’acqua all’interno della lavastoviglie è un problema fastidioso, ma che per fortuna il più delle volte può essere risolto operando una pulizia accurata delle componenti interessate. Se queste dovessero essere irrimediabilmente danneggiate, diventa invece necessario preoccuparsi della loro sostituzione.

Partendo dalle problematiche più banali, può capitare che un qualche corpo estraneo possa intasare il tubo di scarico, ostruendo così il deflusso dell’acqua. Se così non dovesse essere, bisognerà controllare che la pompa di scarico giri correttamente, riuscendo così ad espellere l’acqua.

Oltre al tubo di scarico – che può essere facilmente rimosso e pulito da eventuali elementi a ostruzione – ci sono anche altre componenti che, se danneggiate, potrebbero pregiudicare le operazioni di deflusso, come pompa, motore e timer: in questi casi non ci troveremmo però di fronte a semplici ostruzioni, bensì a veri e propri guasti da risolvere andando a sostituire il pezzo danneggiato con uno nuovo.

La lavastoviglie DFN28330X di Beko ha una capacità di carico complessiva di 13 coperti ed è dotata della funzione Silent Pro, con partenza ritardata fino a 24 ore. La sua classe energetica è A+++ per il massimo dell’efficienza e il minimo dei consumi.


Risposte utili a problemi che potreste avere con la lavastoviglie: La lavastoviglie non asciuga

La lavastoviglie non asciuga Al termine del ciclo di lavaggio piatti, bicchieri, posate, pentole e padelle all’interno della lavastoviglie dovrebbero risultare perfettamente asciutti. Se così non dovesse essere, non disperate e non correte subito alla ricerca di un telefono per chiamare il primo tecnico in rubrica. Ci sono infatti una serie di utili consigli – 5, per la precisione – a cui potete tranquillamente ricorrere in autonomia per provare a migliorare questo aspetto carente all’interno del vostro elettrodomestico.

Il primo concerne la presenza o meno del brillantante, un elemento nei confronti del quale sono in molti a storcere il naso temendo possa essere nocivo (in realtà le quantità usate per i lavaggi in lavastoviglie sono minime e non sono dannose per la nostra salute), ma che in realtà favorisce un’eccellente riuscita del lavaggio, aumentando la lucentezza delle stoviglie e contibuendo all’asciugatura. Inseritelo nell’apposita vaschetta e potrete subito apprezzare il cambiamento.

Un secondo consiglio, apparentemente scontato, è quello di controllare attentamente i programmi di lavaggio all’interno della vostra lavastoviglie. Non tutti comprendono l’asciugatura, per cui prima di convincervi che il vostro elettrodomestico ha qualcosa che non va fareste bene a ripassare il manuale di istruzioni e accertarvi di star selezionando il programma corretto comprensivo di asciugatura.

Un’altra fonte di problemi può essere una disposizione non corretta delle stoviglie all’interno del cestello: meglio non sovraccaricare troppo la lavastoviglie, né ammassare troppo vicini piatti, pentole e padelle concave che favoriscano il ristagno dell’acqua al loro interno. Cercate al contrario di disporre tutte le stoviglie in modo che possano essere raggiunte al meglio da detersivo e brillantante senza ostruire i getti dei bracci irroratori.

Le ultime due accortezze sono quelle di aprire lo sportello alla fine di ogni ciclo di lavaggio per permettere la fuoriuscita del vapore acqueo, che altrimenti finirebbe per condensarsi su piatti e bicchieri, e preoccuparsi di pulire ciclicamente la lavastoviglie (almeno una volta ogni mese e mezzo) per contribuire a mantenerne le prestazioni al top.

Come vedete, questi 5 consigli sono semplici da seguire e dipendono solo dal fatto di avere un pizzico di attenzione e buona volontà in più.

Certo, a volte i guai in fase di asciugatura possono dipendere da problemi meccanici dell’elettrodomestico, nei confronti dei quali anche tutte le nostre migliori intenzioni non basterebbero. In questo caso è possibile che ventola o termostato siano danneggiati e che necessitino di essere sostituiti.

La lavastoviglie da incasso SMV88TX36E di Bosch può vantare la classe energetica A+++; è inoltre dotata di un sistema di asciugatura con Zeolite e un motore senza spazzole EcoSilence Drive che garantisce il massimo della silenziosità.