Tappeti per esterni, consigli per fare la scelta giusta

Tappeto da esterno rettangolare

I complementi di arredo outdoor, così come quelli destinati agli interni, possono fare la differenza. E la classifica dei complementi da esterno più affascinanti ma anche più utili e funzionali è indubbiamente dominata dai tappeti. Giardini, terrazze, balconi vengono arricchiti da questi elementi che da un lato fungono da accattivante decorazione, dall’altro permettono di definire e suddividere gli spazi (soprattutto quelli più ampi) e dall’altro ancora incrementano il livello di comfort. Si consideri che stiamo parlando di un settore che risulta in grande evoluzione grazie all’utilizzo e al costante perfezionamento di materiali innovativi, capaci di fronteggiare egregiamente l’azione degli agenti atmosferici e di non assorbire né l’acqua, né il calore. Nella scelta di un tappeto da esterno occorre in primis stabilire dove sarà posizionato: sotto un patio, un portico, un gazebo; nella zona centrale della terrazza; poco distante da un piscina o da un vialetto; su una superficie rivestita o direttamente sul terreno/prato. La messa a fuoco della collocazione migliore permette di individuare più facilmente il colore, la forma, le dimensioni del tappeto. I tappeti da esterno rettangolari sono senza dubbio i più diffusi per una questione di praticità, anche se non manca chi preferisce quelli quadrati. Non molto gettonati i tappeti rotondi o dalle linee più originali, che possono risultare molto belli ma poco comodi.

In foto River di Woodnotes, novità targata 2018. Realizzato interamente in polipropilene, è traspirante e non teme i raggi solari, l’acqua del mare e quella clorata delle piscine. Bordatura cucita o con frange. Dimensioni: larghezza 170 cm, lunghezza fino a 10 metri, spessore 4mm.

Tappeto da esterno rettangolare

Copertura della Mobilia 315 x 160 x 74cm, Essort Giardino Telo Antipolvere per Arredo Esterno, Poliestere Impermeabile Copertura, in PVC, per Divano Angolare da 2-12 Posti, Tavolo, Sedie, Nero

Prezzo: in offerta su Amazon a: 27,99€


Tappeti per esterni in plastica

Tappeti per esterni in plastica Per quanto concerne i materiali, i tappeti per esterni in fibra sintetica, quindi in plastica, rappresentano una scelta sicura in quanto resistono all’usura e all’umidità, sono ignifughi, antibatterici, atossici e in molti caso si possono anche lavare in lavatrice. Andando più nello specifico, si utilizzano prevalentemente le fibre di polietilene, polipropilene, PVC, poliestere e viscosa. Chi invece predilige i materiali naturali può optare per i tappeti in caucciù (di grande impatto a livello estetico), in bambù oppure in cotone: anche in questi casi la resistenza agli agenti atmosferici è assicurata. Il mercato offre pure tappeti in juta, seta e lana, che però hanno perso l’appeal di un tempo perché richiedono maggiore cura e attenzione.

In foto il tappeto Linear di Manutti, caratterizzato da linee sottili e regolari. Il filato in poliolefine lo rende soffice al tatto e allo stesso tempo robusto e consistente. Disponibile nelle varianti Pepper e Anthracite.


  • Poltrone da esterno Le poltrone acquistano crescente importanza negli spazi outdoor. Vanno ben oltre la funzionalità, non sono semplici sedute ma elementi di design finalizzati ad arricchire l’estetica di giardini, terra...
  • L'importanza del salotto da giardino In fatto di arredamento outdoor si diventa sempre più esigenti. Chi dispone di uno spazio esterno, che sia un giardino o un terrazzo, un balcone o un’ampia area dotata anche di piscina, desidera alles...

KIS 9760000 0270 - Titan Armadio Alto, Nero/Grigio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 102,03€
(Risparmi 97,87€)


Tappeto da giardino

Tappeto da giardino Il tappeto da esterno è un elemento indispensabile per l’allestimento dell’area dining in giardino: si colloca sulla superficie prescelta, si aggiungono tavoli e sedie, si crea l’ombra necessaria e voilà, ecco pronta una piccola oasi privata. Ma il tappeto da giardino, in realtà, può avere tante altre funzioni; nel senso che è perfetto anche quando viene accostato a divani e poltrone o utilizzato per permettere ai bambini di giocare più sicuri, comodi e tranquilli. L’importante è scegliere un modello che non trattenga il calore dei raggi solari e l’acqua. Meglio ancora se si acquista un tappeto traspirante. Quanto ai colori, il consiglio è quello di puntare sulla sobrietà e la discrezione. Di scegliere, cioè, tonalità non troppo accese, che risultino invece rilassanti e che si integrino con il paesaggio circostante.

In foto il tappeto Knot di Roda, realizzato a mano su telaio e in fibra di polipropilene mélange; perfetto è l’incontro fra artigianalità e contemporaneità. Disponibili diverse varianti di colore, tutte ispirate alla natura: sabbia, grigio scuro, marrone e verde muschio. È possibile scegliere fra la tinta unita e l’accostamento delle suddette nuance. L’insieme viene impreziosito da frange ton su ton collocato sul lato da 3 metri.


Tappeti per esterni, consigli per fare la scelta giusta: Tappeti erba sintetica per esterni

Tappeti erba sintetica per esterni E poi c’è l’intramontabile prato sintetico, che può ricoprire l’intera superficie dell’outdoor o specifiche parti: in quest’ultimo caso, si stendono dei vari e propri tappeti. Tappeti che imitano egregiamente l’erbetta naturale, permettendo di dar forma a un giardino sempre rigoglioso, folto, curato e pulito. Sono soluzioni, queste, che fanno la gioia dei bambini, degli adulti e anche degli animali.

In foto il tappeto di erba sintetica di Italgreen Landscape. Una volta posato, non richiede alcun tipo di intervento e alcuna manutenzione; non occorre tagliarlo e/o annaffiarlo. Può essere bagnato e lavato ed è perfetto anche per chi possiede cani e gatti in quanto non si scolorisce a causa dei loro bisogni, è atossico e resistente allo strappo dovuto ai morsi (e si aggiunga che gli amici a quattro zampe non riescono a mangiare questa erba sintetica). Inoltre resiste oltre quindici anni, resiste al sole e alla pioggia, è antiscivolo e antishock (cioè attutisce le cadute).