Cabine Armadio

Progettare la cabina armadio: guida pratica

Quale cabina armadio è più adatta a te? Quali fattori devono essere determinanti nella scelta? Qua trovi tutte le risposte che stavi cercando.

di Redazione

19 agosto 2022

Sistema Miria - Garofoli

Definire il progetto step by step

Se un tempo la cabina armadio era un lusso per pochi e un progetto realizzabile solo in caso di spazi molto ampi, adesso le cose sono nettamente cambiate. La spesa è diventata accessibile a un maggior numero di persone e le soluzioni sono così tante che il desiderio si può realizzabile anche se a disposizione si ha una superficie poco estesa. Bisogna, però, fare la scelta giusta.

Se si dispone di un’intera stanza da adibire a cabina armadio, il problema non si pone. In caso contrario, bisogna comprendere se sia possibile ricavare un’area ad hoc nella camera da letto oppure individuare una valida alternativa, per esempio un ripostiglio, un sottoscala, l’antibagno.

Una volta stabilita la collocazione, occorre prendere tutte le misure con estrema precisione, tenendo presente che la profondità deve essere pari come minimo a 120 cm e la larghezza a 200-220 cm. Anche 2 mq possono bastare, se non si hanno particolari pretese.

A questo punto occorre concentrarsi sulla struttura e porsi domande del tipo: meglio le pareti in cartongesso o un telaio in legno? Le ante scorrevoli oppure a battente? Voglio che la mia cabina armadio sia invece a vista? Preferisco che sia chiusa da pannelli in vetro o tende? Deve avere una forma lineare oppure angolare?

Prendete un foglio e una matita e segnate qualche tratto per ogni interrogativo sciolto: nel giro di pochi minuti sarete sorpresi dall’aver disegnato, sia pur in modo grossolano, la vostra cabina ideale.

Naviga per:

Potrebbe interessarti anche