Una guida completa alla scelta dei condizionatori portatili

Come scegliere il condizionatore portatile

Secondo le statistiche, sembra che, in linea generale, le persone preferiscano i climatizzatori portatili, monoblocco o split. Rispetto a quelli fissi, ossia a muro, non richiedono l’intervento di personale specializzato per lavori di installazione, non comportano un eccessivo esborso di denaro e si possono spostare facilmente da un locale all’altro. Ma quali aspetti devono essere valutati quando si acquista un condizionatore portatile? Innanzi tutto, la potenza refrigerante, espressa in BTU considerando che esiste un rapporto tra la superficie/il volume da rinfrescare e la British Thermal Unit; per una superficie di 15 mq e un volume massimo di 37 mc, ad esempio, occorrono 7000 BTU.

Circa i consumi di energia elettrica, la scelta dovrebbe ricadere su apparecchi programmabili di classe A o di classe A+++.

In foto Pinguino modello pac we128eco silent di De Longhi. Utilizza il propano R290, un gas refrigerante naturale che riduce l’emissione di sostanze nocive nell’ambiente. Classe di efficienza energetica A+; massima potenza acustica 65 dB(A) - EN12102

Come scegliere il condizionatore portatile

Klimapartner - lamelle pettine

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,45€
(Risparmi 3,45€)


Come funziona il condizionatore portatile

Come funziona il condizionatore portatile Per semplificare, un climatizzatore portatile funziona come un frigorifero; non produce aria fredda, ma sottrae quella calda presente nell’ambiente espellendola all’esterno grazie al sistema di ventilazione e ad un tubo. Gli apparecchi monoblocco si differenziano da quelli fissi per la presenza di un’unica struttura che racchiude il motore, lo scambiatore d'aria calda e fredda nonché una vaschetta, da svuotare periodicamente, per la raccolta della condensa.

In base al tipo di funzionamento i condizionatori portatili possono essere on/off o a inverter. I primi si spengono al raggiungimento della temperatura stabilita e si riaccendono per mantenere il fresco, i secondi rimangono sempre accesi per garantire una condizione termica costante. Generalmente i modelli a inverter sono più costosi, ma possono far risparmiare sino al 30% di energia e hanno un impatto minore sull’ambiente.

Un climatizzatore portatile caldo freddo è un apparecchio che funziona con il sistema inverter permettendo sia di raffrescare, sia di riscaldare.

In genere gli impianti per il condizionamento dell’aria hanno diverse funzioni, come, ad esempio, il timer, il regolatore di umidità presente nell’aria, l’autodiagnosi.

Il cavo, di lunghezza variabile, in diversi modelli può essere avvolto e sistemato in un apposito incavo per non creare intralcio durante gli spostamenti de portatile.

Argo Softy Plus, è un apparecchio molto potente, 13.000 btu, di classe energetica A e A+. Caratterizzato da un buon design, può raffreddare e riscaldare gli ambienti; in quest’ultimo caso fa risparmiare rispetto ad una normale stufa elettrica a resistenza poiché anziché produrre il calore lo preleva dall’esterno. La rumorosità dichiarata è di 52 dB.


  • condizioantore interno Condizionatori e climatizzatori, sono macchine per il rinfrescamento e riscaldamento di un determinato ambiente, e quindi per avere corretto funzionamento devono costantemente essere mantenuti e contr...
  • climatizzatore L’impianto di condizionamento è una delle scoperte che hanno contribuito al netto miglioramento della vita domestica, a livello di salute, praticità e comodità di utilizzo. Sono davvero molte le poten...
  • esempio condizionatore Per un buon funzionamento del nostro condizionatore è importante che si effettuino in modo programmato alcune operazioni di manutenzione. Non è sempre necessario l'intervento del centro di assistenza ...
  • Cos’è il Bonus condizionatori È inevitabile: arriva la stagione calda e chi non ha il condizionatore comincia a sentirne l’esigenza. Molti mettono quindi in conto un budget per l’acquisto dell’apparecchio, ma non tutti sanno che è...

Argoclima Relax Climatizzatore Portatile a 10.000 Btu, Display LED e Pannello Comandi Digitale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 345,57€
(Risparmi 3,43€)


Come posizionare tubo condizionatore portatile

Come posizionare tubo condizionatore portatile Spesso caratterizzati da un design elegante, i condizionatori portatili vengono considerati anche un elemento d’arredo. Di tipo monoblocco o split, hanno un tubo flessibile, lungo circa 1,5 metri e con un diametro intorno ai 13 centimetri, per consentire l’espulsione all’esterno dell’aria calda prodotta durante il funzionamento.

Esistono diversi modi per sistemare lo scarico, ad esempio ponendolo tra i battenti di finestra oppure sotto una tapparella; la migliore soluzione consiste nel praticare un foro nel vetro degli infissi; economica, veloce, sicura e discreta, non incide sull’estetica dell’ambiente.

Poiché i condizionatori possono essere facilmente spostati, in ogni stanza destinata ad accoglierli deve esserci un foro per collegare il tubo esterno. I buchi, in inverno, vengono chiusi con appositi coperchi.

Minore è la lunghezza del condotto, migliore è la prestazione dell’apparecchio purché il tubo non presenti strozzature.

I cosiddetti condizionatori portatili senza tubo, per la verità pochi, vanno posizionati in prossimità dei muri perimetrali opportunamente dotati di fori per far uscire l'aria calda.

La struttura di un condizionatore portatile è molto importante; stabile e poco ingombrante, deve essere adeguata allo spazio a disposizione e consentire lo spostamento dell’apparecchio da un locale all’altro.

AirFlower di Electrolux è un elegante e particolare modello di forma cilindrica con un diffusore di aria che richiama una rosa. Adatto ad ogni ambiente e ad ogni stile, mantiene una temperatura ottimale all’interno del locale in cui viene collocato. Il sistema brevettato AirSurround, infatti, crea un flusso d’aria che, in funzione delle necessità, raffredda o riscalda l’ambiente. Il display dell’apparecchio è estremamente intuitivo e il telecomando si colloca al centro dell’unità. Il tubo flessibile in dotazione è di colore neutro, ma può essere personalizzato grazie alle diverse cover disponibili, di colore verde, legno, denim e rosa. Le ruote a scomparsa e le maniglie ergonomiche agevolano il trasporto dell’apparecchio.

 


Una guida completa alla scelta dei condizionatori portatili: Quali sono i condizionatori portatili più silenziosi

Quali sono i condizionatori portatili più silenziosi La rumorosità di un condizionatore viene espressa in dB, più il valore è alto, maggiore sarà il fastidio prodotto durante il funzionamento. I modelli split sono più silenziosi rispetto ai monoblocco con motore interno. Gli apparecchi composti da due elementi separati collegati da un tubo flessibile, infatti, hanno il gruppo di ventilazione da collocare all’interno dell’abitazione e quello di compressione e di condensazione, rumoroso, da sistemare a breve distanza, ma all’esterno, ad esempio sul terrazzo o su un davanzale,

Rispetto ai monoblocco, i condizionatori portatili con split generalmente sono più costosi e meno semplici da posizionare.
In ogni caso, poiché il rumore causato dai climatizzatori dipende, sostanzialmente, dalla ventola e dal compressore, non bisognerebbe tenere alta la velocità della ventola e, se presente, utilizzare la modalità silenziosa, generalmente regolata dalla funzione sleep.

Diversi i modelli poco rumorosi in commercio, ad esempio i climatizzatori portatili Dolceclima Silent 10, 12 e 11 a+ di Olimpia Splendid, super tecnologici e ad alta efficienza

Per chi predilige i condizionatori piccoli, eccellente, compatto e leggero Dolceclima nano silent sempre di Olimpia Splendid. Alto 64 centimetri e profondo 35 centimetri, pesa appena 23 chilogrammi. La potenza è di 8500 btu.