Manutenzione condizionatore

Il corretto funzionamento del condizionatore

Per un buon funzionamento del nostro condizionatore è importante che si effettuino in modo programmato alcune operazioni di manutenzione. Non è sempre necessario l'intervento del centro di assistenza per la manutenzione condizionatore, purché non vi siano problemi meccanici e funzionali del nostro apparecchio. Se non ci sono particolari impedimenti o difetti potremo effettuare noi stessi alcuni piccoli interventi per garantire il perfetto funzionamento dell'impianto di climatizzazione, ad esempio la pulizia dei filtri e dell'unità esterna.

E' importante effettuare una buona manutenzione condizionatore effettuando la pulizia dei filtri almeno una volta al mese, poiché nel corso dell'anno si potranno depositare al suo interno polvere, batteri, impurità e muffe che poi potrebbero circolare liberamente all'interno dell'aria che respiriamo andando anche a creare possibili problemi di allergie.

esempio condizionatore

Uulki® Olio e Condizionatore per Ghisa - Per manutenzione di Pentole, Padelle, Griglie, Forni olandesi in ghisa - Protezione dalla Ruggine - 100% vegetale / Vegan ecologici (250ml)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,99€


Come pulire i filtri e l'unità motocondensante?

apertura filtro condizionatore Per evitare di incappare negli inconvenienti descritti nel precedente capitolo, andremo ad operare in modo preventivo, smontando la mascherina anteriore del condizionatore, dopo aver tolto preventivamente l'alimentazione elettrica. Per rendere l'aria più salubre procederemo alla rimozione del filtro antipolvere che di solito è ubicato nella parte inferiore dell'unità interna, detta anche split, da cui passa l'aria che viene immessa nell'ambiente. Si consiglia di rimuovere con un aspirapolvere la polvere in eccesso e di non usare assolutamente aria compressa con bombolette spray o compressori portatili per pulire il filtro. Si procederà quindi dopo aver rimosso il filtro antipolvere a estrarre quello ai carboni attivi, per poi procedere col lavaggio vero e proprio con detergente neutro antibatterico. Una volta risciacquati con acqua corrente andranno poi messi ad asciugare all'aria, lontano da fonti di calore. Prima di rimontarli è molto importante ripulire anche la parte interna dello split, rimuovendo con un panno umido lo sporco visibile e poi con uno spray igienizzante spruzzare il prodotto all'interno dell'apparecchio. Dopo aver pulito gli split interni, si passerà all'unità esterna. Si dovrà procedere nella rimozione, con un panno oppure con una spugna imbevuta di prodotti specifici, di impurità, resine, fuliggine e di sporcizia accumulate durante l'inverno. Nel periodo di inattività degli apparecchi esistono dei teli appositi per la protezione sia delle unità interne sia di quelle esterne.

  • climatizzatore L’impianto di condizionamento è una delle scoperte che hanno contribuito al netto miglioramento della vita domestica, a livello di salute, praticità e comodità di utilizzo. Sono davvero molte le poten...

Pulitore igienizzante spray climatizzatore F20 - FAREN

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,69€


Quando chiamare il centro assistenza?

apertura condizionatore Per tutta una serie di interventi di manutenzione del condizionatore non è possibile avvalersi sempre del sistema fai da te, ma è importante chiedere l'intervento del servizio tecnico. I controlli che garantiscono un corretto funzionamento del vostro impianto sono i seguenti: la verifica del livello del gas refrigerante e la pressione nel circuito frigorifero e del funzionamento del compressore e dei condensatori. E' abbastanza frequente che i condizionatori abbiano delle perdite di gas, cosa che costituisce una delle cause peggiori per il buon funzionamento del del vostro apparecchio. Quando purtroppo succede si determina un calo del rendimento dell'apparecchio con un aumento dei consumi energetici. Praticamente lo split continua comunque a raffrescare o riscaldare, però consumando molta più energia con una resa inferiore. In questo caso il servizio tecnico interverrà facendo un rabbocco del liquido refrigerante e verificherà le cause della perdita sui punti più a rischio, come i vari collegamenti tra tubazione e saldature. Un malfunzionamento del condensatore può determinare un notevole calo delle prestazioni della macchina. Si consiglia un controllo periodico del condensatore poiché è uno dei dispositivi più importanti del condizionatore. Il suo compito è quello di condensare il gas compresso dal compressore e portarlo allo stato liquido sottraendone calore con il fluido refrigerante che lo attraversa.


Manutenzione condizionatore: Ulteriori interventi.

manutenzione condizionatore La manutenzione va effettuata solo ad opera di personale tecnico esperto. Il condizionatore è un sofisticato apparecchio elettronico, pertanto si consiglia di non intervenire su di esso senza la necessaria perizia. Sono sufficienti uno sbalzo di temperatura oppure un semplice filo scoperto perché si danneggi l'intero impianto. I climatizzatori a seconda della tipologia, raffrescano, riscaldano e deumidificano, affinché queste funzioni si possano svolgere correttamente saranno necessari alcuni dei seguenti ulteriori interventi: controllo del compressore, sostituzione dei filtri antibatterici, trattamenti disinfettanti, trattamento contro l'ossidazione delle parti elettriche, estrazione e pulizia della batteria esterna e controllo della regolazione e del rendimento. La manutenzione frequente è importante non solo per l'efficienza del condizionatore ma anche per preservare la salute di chi abita la casa climatizzata.