Come stirare bene

L’importanza del ferro da stiro

Stirare è un’attività necessaria ma faticosa. C’è da dire, però, che chi la svolge in modo errato impiega più tempo e si stanca molto di più rispetto a chi invece procede nel modo giusto. Vediamo, dunque, come stirare al meglio. Innanzi tutto non bisogna mai sottovalutare la qualità del ferro da stiro; in commercio esistono modelli il cui prezzo non supera i 30 euro, ma con i quali si ottengono risultati assai modesti: mai come in questo caso, il risparmio non è assolutamente sinonimo di convenienza. Di contro, utilizzando un buon ferro da stiro i vantaggi sono effettivi e concreti. Innanzi tutto bisogna decidere se acquistare un apparecchio con serbatoio interno oppure uno con caldaia separata; nel primo caso la maneggevolezza e la praticità sono assicurate, inoltre c’è da dire che questo tipo di ferro da stiro è molto silenzioso e porta velocemente l’acqua a temperatura. Rispetto a quelli con caldaia, però, i ferri con serbatoio interno sono meno performanti per quanto riguarda l’erogazione del vapore e pesano di più (in quanto contengono, appunto, un serbatoio pieno d’acqua). I modelli con caldaia sono da considerare “professionali” a tutti gli effetti, dunque hanno un ingombro maggiore ma garantiscono elevate prestazioni. Più in generale, nella scelta del ferro da stiro occorre valutare la portata del colpo di vapore, la piastra (accertatevi che scorra perfettamente sui tessuti) e la presenza o meno di caratteristiche quali la funzione anti-calcare, la selezione e l’impostazione automatica della temperatura, la funzione Eco (per il contenimento dei consumi), la funzione anti-goccia.

In foto il ferro da stiro Azur Advanced di Philips: ha un getto di vapore potente da 45g/min e un colpo di vapore fino a 210g che permette di eliminare facilmente anche le pieghe più ostinate. La piastra antiaderente con uno strato in titanio SteamGlide Plus scivola agevolmente sui capi facendo risparmiare tempo e fatica. Grazie alla tecnologia OptimalTEMP è possibile stirare qualsiasi tipo di tessuto senza modificare la temperatura, senza attendere che essa si regoli automaticamente e senza il rischio che qualcosa si bruci.

L’importanza del ferro da stiro

Dipinto a olio di Diy dal kit di numero, pittura Paintworks Harbour Village Wall Art Immagine disegno con spazzole 16 * 20 pollici decorazioni natalizie decorazioni regali (senza cornice)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,89€
(Risparmi 19,83€)


Quale asse da stiro scegliere

Quale asse da stiro scegliere Per stirare nel migliore dei modi bisogna utilizzare un ferro di qualità, ma anche l’asse da stiro ha un ruolo di primo piano. Consigliamo innanzi tutto di scegliere un modello regolabile, tenendo presente che l’asse dovrebbe essere posizionata all’altezza dei fianchi per permettere di non piegare troppo la schiena durante il lavoro e di muovere agevolmente le braccia. C’è anche chi preferisce o ha l’esigenza di stirare da seduto e questo è un motivo in più per acquistare un’asse che possa essere alzata e abbassata. Importante è anche che l’asse sia dotata di rotelle per agevolare gli spostamenti. È preferibile che le rotelle abbiano un rivestimento in gomma e antigraffio, altrimenti c’è il rischio che pavimentazioni delicate come il parquet si rovinino. Ancora, è necessario che l’asse risulti ben salda mentre si stira; di conseguenza raccomandiamo di sceglierne una con piedini antiscivolo in gomma che creino attrito sul pavimento e di accertarsi che le ruote abbiano i freni o siano rialzabili.

In foto l’asse da stiro Assai di Foppapedretti. Ha una struttura in legno massiccio e ruote antigraffio; quando è chiusa occupa pochissimo spazio. Il piano, dotato di fori traspiranti per evitare la formazione di condensa, può essere regolato in base a 3 altezze diverse e permette di stirare anche da seduti. Da notare anche il ripiano inferiore, concepito per appoggiare comodamente i capi da stirare. Disponibili diversi colori, dai laccati noce e naturale al bianco e al wengée canaletto.


  • stiro Sia che ce ne occupiamo personalmente, sia che deleghiamo ad altri tale attività, lo stiro è l’operazione che ci consente di mantenere nella forma migliore capi di abbigliamento e biancheria che poi i...
  • ferro da stiro con caldaia philips Stirare è un’attività che molti di noi guardano con antipatia. Se i modelli di ferro in commercio oggi dispongono di una tecnologia in grado di rendere questa mansione sicuramente più semplice e legge...
  • ferro Russell Hobbs Non a tutti è lavoro gradito, ma ahimè, va fatto. Stirare è necessario e fondamentale soprattutto per quei capi che si stropicciano molto, come camicie, pantaloni e magliette di cotone.Spesso ci tro...
  • stiro express termozeta Per stirare la praticità si erge in verticale: la stiratrice verticale è arrivata e pronta a toglierci il peso della stiratura.Non troppo comune né conosciuta, questa macchina stiratrice permette di...

Aicok Ferro da Stiro Verticale da Viaggio, 700W Stirare a Vapore con Manico e Pennello in Tessuto e Sacchetto Portatile, Riscaldamento Rapido Stiratrice Verticale, da Utilizzare a Casa o in Viaggio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,99€


I consigli per una stiratura perfetta

I consigli per una stiratura perfetta Avete trovato il ferro e l’asse da stiro giusti? Bene. Procediamo adesso con una serie di consigli facili e utili per ottenere un ottimo risultato senza stancarsi troppo e senza perdere troppo tempo.

  • Fare il bucato a una temperatura massima di 40 gradi affinché i capi non si induriscano a causa dei depositi di calcare.


  • Impostare la centrifuga in modo che non superi gli 800 giri, altrimenti il bucato risulterà eccessivamente spiegazzato e quindi più difficile da stirare


  • Stendere subito i panni appena terminato il lavaggio, utilizzando grucce per le camicie e le maglia e appendendo i pantaloni dagli orli inferiori


  • Stirare quando i capi sono ancora umidi, così sarà più semplice eliminare le pieghe, anche quelle più ostinate


  • Se il bucato si è asciugato completamente, inumiditelo con uno spruzzino


  • Cominciate a stirare le camicie dal colletto, procedendo poi con le maniche dopo averle sbottonate


  • Non fare movimenti circolari con il ferro da stiro, altrimenti rischiate di dilatare le fibre


  • Evitate di passare il ferro caldo su eventuali macchie (sarà più difficile eliminarle), sui bottoni e sulle cerniere


  • Stirate i capi in seta e in velluto, così come i ricami, al rovescio



Come stirare bene: Stirare: quali sono gli errori più comuni

Stirare: quali sono gli errori più comuni Passiamo adesso agli errori che più frequentemente si commettono durante la stiratura. Molti, tanto per cominciare, stirano i pantaloni senza seguire alcun criterio particolare; invece c’è un metodo ben preciso, che consiste nel cominciare dalle tasche al rovescio per poi passare alla vita e alle gambe. Non bisogna trascurare il fatto, inoltre, che ogni tessuto necessita di una determinata temperatura, la quale è sempre indicata sull’etichetta: rispettatela. Non utilizzate, come fanno in tanti, l’acqua del rubinetto per riempire il serbatoio del ferro, poiché contiene molto calcare e minaccia di rovinare e macchiare i capi. Bisogna usare l’acqua demineralizzata. Non dimenticate di pulire regolarmente la piastra del ferro: in commercio ci sono numerosi prodotti specifici, ma anche acqua e bicarbonato vanno benissimo.