Quali poltrone abbinare al divano

Quando fanno parte della stessa linea

Divani e poltrone sono i protagonisti indiscussi del salotto o, più in generale, dell’aria living. Per questo motivo, è fondamentale abbinarli nel modo giusto. Creare accostamenti che risultino armoniosi dal punto di vista sia stilistico che cromatico, ma anche strutturale: è fondamentale, cioè, che il divano non prevalga sugli altri imbottiti e viceversa. Analizziamo insieme le soluzione migliori.



La strada più semplice consiste nello scegliere elementi della stessa collezione: il rischio di sbagliare, in tal caso, è inesistente. Le caratteristiche sono le stesse, i dettagli e le peculiarità sono uguali, i rivestimenti possono essere identici oppure scelti basandosi sul medesimo campionario. Insomma, non ci sono difficoltà di sorta e non si perde neanche tempo.



Di contro, però, il risultato finale può apparire prevedibile, addirittura un po’ banale, e alla lunga stancare. Come ovviare? Giocando con gli accessori e i complementi, utilizzandoli per movimentare il tutto e aggiungere tocchi di personalizzazione. I cuscini, le tende, il tavolino, i tappeti diventano, in tal senso, alleati preziosi.

Slight – True Design

MOBILE LETTO A SCOMPARSA CON RETE E MATERASSO COLOR LEGNO CHIARO

Prezzo: in offerta su Amazon a: 199,3€


Sceglierli nel medesimo stile

  • Divano Atoll – Poltrona Beverly ’14 – B&B Italia
  • Divano Le Marais – Poltrona Coco – Calligaris
  • Divano Blazer – Poltrona Daiki - Minotti
Un’ottima alternativa consiste nella scelta di divani e poltrone appartenenti a collezioni diverse, ma riconducibili allo stesso stile. Prende forma, così, un continuum estetico ma non necessariamente strutturale e cromatico. E si ottiene un elevato livello di personalizzazione, perché i gusti individuali assumono un ruolo di primo piano.



Lo facciamo presente: non è un’operazione facile. Nel senso che si possono commettere errori. Per tale motivo si consiglia di avvalersi dell’aiuto di un esperto e possibilmente anche di un pc e un programma di grafica per visualizzare le varie opzioni e i diversi abbinamenti prima di procedere con la decisione finale.



Massima dev’essere, inoltre, l’attenzione ai dettagli, ai materiali, agli spessori degli imbottiti in questione. Prendendo in considerazione proposte della medesima azienda si è facilitati in quanto i relativi consulenti hanno una conoscenza perfetta dell’intero catalogo e non di rado la mano del designer è la stessa.


    HKLY Lampada a Stelo Dimmerabile, Lampada da Pavimento con Telecomando, 3 Temperature di Colore, Base in Metallo, per Soggiorno Camera, Camera Letto,d'oro,145cm 24W

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 169,12€


    Accostare colori e forme

    • Divano Zeno Light – poltrona Thomas – Flexform<p />
    • Volo Sofa – poltrona Laurie – Pianca
    • Divano Elliot – Poltrona St. Tropez – Ditre Italia
    C’è chi invece decide di puntare molto sul colore, eleggendolo a fil rouge degli abbinamenti divano-poltrone. In questo caso ci sono due possibilità diametralmente opposte: scegliere imbottiti anche molto diversi fra loro (restando nei limiti, ovvio), ma della stessa tonalità, oppure più simili dal punto di vista strutturale e stilistico ma caratterizzati da colori differenti. Che, però, si sposano bene fra loro e molto spesso sono complementari.



    La seconda opzione, lo riveliamo subito, è la più gettonata. Anche perché si può davvero giocare con i colori, sperimentare, creare richiami strategici quale, ad esempio, quello fra la poltrona e i cuscini sparsi sul divano.



    Si suggerisce, d’altra parte, di non esagerare con la quantità. È bene fare in modo, cioè, che anche altri elementi di arredo si uniformino al divano e alle poltrone, appartengano alla stessa palette, altrimenti concreto è il rischio di ottenere un esito confusionario e poco gradevole.


    Quali poltrone abbinare al divano: 3 errori da non fare

    Divano Galaxy – poltrona Logos Natuzzi<p /> Concludiamo con i 3 errori da evitare nell’abbinamento fra divani e poltrone:



    • Non prestare attenzione agli ingombri: non è soltanto una questione di spazio, non conta solo la possibilità di sistemare anche gli altri arredi e muoversi comodamente; è anche un fatto di equilibri. Accostare divani e poltrone molto voluminosi significa saturare l’ambiente e sottrarre armonia all’insieme. Quindi o si evitano del tutto le forme “importanti” o si bilancia facendo in modo caratterizzino solo il divano o solo le poltrone.
    • Non mantenere la continuità: l’abbiamo fatto presente e lo ribadiamo, deve esserci comunque un filo conduttore fra il divano e le poltrone. Può essere lo stile, la forma, possono essere i colori, i materiali o determinati dettagli, ma creare una sorta di continuità è indispensabile. Altrimenti, è come fare le scelte senza alcun criterio.



    Infine, un errore è anche quello di optare per colori vitaminici e molto accesi. Sono accattivanti, non lo neghiamo, però suggeriamo di non lasciarsi sedurre in quanto non trasmettono quella tranquillità e quel senso di relax necessari nella zona salotto.