Detrazione ristrutturazioni

Scopriamo insieme le novità e i cambiamenti con il nuovo governo

Detrazioni ristrutturazioni modificate e rinnovate, in arrivo con il nuovo governo: ecco qui le principali modifiche in vista, come accedere ai nuovi incentivi e come poterne beneficiare. Scopriamo insieme di cosa si tratta, i nuovi tempi di applicazione e i documenti necessari al nostro scopo.

Vediamo nello specifico, come acquisire detrazioni per mobili, arredi e ristrutturazioni e le modifiche apportate sul risparmio energetico.

casa in mano

Miscelatore monocomando lavello a parete con leva clinica 18x20cm Cromo Mariani serie Epic

Prezzo: in offerta su Amazon a: 54,79€


Risparmiare con i mobili

chiavi Esiste la possibilità di risparmiare anche per l’arredamento compreso nella detrazione ristrutturazione: infatti, la detrazione del 50% nelle ristrutturazioni edilizie per un importo massimo di 10 mila euro è valido anche per l’acquisto dei mobili legati all’intervento di rimessa a posto. Se acquistiamo mobili da inserire ove abbiamo messo a posto, abbiamo la possibilità di avere incentivi anche per essi, però attenzione, solo per i mobili, arredi, non sono contemplati gli elettrodomestici.

Quest’agevolazione è valida fino al 31 dicembre 2013 ed è spalmata in dieci anni in rate di valore costante.

Per ottenerla bisogna pagare tramite bonifico bancario o postale, specificando la causale del versamento con codice fiscale di chi sostiene la spesa e codice fiscale di chi riceve il pagamento oppure la partita Iva.


  • presa corrente Che pensate quando vedete arrivare della posta nella vostra cassetta? Evviva arriva il postino oppure.. oh no, sarà una bolletta? Ecco, penso nella maggior parte dei casi, la seconda. Già perché l’inc...
  • barattoli di pittura Quando decidiamo che è ora di ridare il bianco, secondo il muro e il luogo in cui si deve dipingere, è bene scegliere il prodotto giusto per l’applicazione. Esistono molte tipologie di bianco murale, ...
  • perlinato per soffitto La classificazione energetica degli edifici ha portato i progettisti a realizzare case che consentono un notevole risparmio di energia, utilizzando sia tecnologie d’avanguardia (fornelli a induzione, ...
  • bimbi albero Arriva il Natale e con lui quella calda atmosfera che ci accompagnerà durante tutte le feste. Siamo impazienti ed è ora di cominciare le decorazioni di Natale, per la nostra casetta: cucina, salotto, ...

Miscelatore monocomando lavello a muro 18x17cm Cromo Mariani serie Epic

Prezzo: in offerta su Amazon a: 54,39€


Detrazione ristrutturazioni: Agevolazione verde

casa salvadanaio Per la detrazione ristrutturazione inerente lavori effettuati per implementare il risparmio energetico sono previste modifiche a partire dal 1 luglio 2013. Infatti, chi effettuerà lavori di questo tipo dal 1 luglio al 31 dicembre 2013, vedrà aumentata l’agevolazione dal 50% al 65%. Rispetto al bonus attuale valido fino al 30 giugno, alcune categorie però non potranno più beneficiare degli incentivi: le pompe di calore e gli impianti geotermici saranno esclusi, come la sostituzione dello scaldacqua tradizionale con quelli a pompa di calore per l’acqua calda sanitaria.

Dal 1 luglio invece, chi godrà del bonus sarà chi installerà pannelli termici per l’acqua calda sanitaria, gli impianti di climatizzazione, le caldaie a condensazione. Anche l’isolamento delle pareti o la coibentazione dei sottotetti per evitare dispersioni, o l’installazione di finestre e infissi che implementino l’efficienza energetica dell’abitazione totale.

E’ possibile beneficiare del bonus anche per la riqualificazione energetica di edifici già esistenti, basta che rientrino nei parametri di legge 296/2006, per il fabbisogno energetico annuo: nello specifico si tratta di generatori di calore a legna, mais, biodiesel, o anche di impianti che impieghino fonti rinnovabili.