Faidate

Faidate: arredare con carta da riso

La carta di riso può costituire un ottimo materiale per arredare una stanza o un qualsiasi ambiente della casa. Certo qui in occidente non si è soliti utilizzarla ma con la carta da riso è possibile fare delle bellissime decorazioni. Ne sanno qualcosa in Oriente ed in particolare in Giappone dove è molto utilizzata. Ma come fare ad arredare utilizzando la carta da riso? Nulla di complicato e se si è amanti del faidate, arredare e creare decorazioni può anche risultare molto divertente. A tal proposito ecco alcuni consigli e piccoli suggerimenti. Con la carta di riso è possibile creare alcuni elementi da inserire nei vari ambienti in modo da dare un tocco di originalità e classe alle varie stanze della casa. I più classici tra gli oggetti in carta di riso sono i divisori anche detti paraventi. Questi sono molto pratici e possono anche risultare utili qualora si desideri creare piccoli spazi privati in una camera grande, come può essere un salotto vecchio stile o una camera da letto. Possono anche essere utilizzati per dividere un ambiente in due zone, magari una cameretta che ospita due o più bambini. In cucina, invece, possono essere utilizzati per nascondere o isolare un elettrodomestico. Attenzione però. Questi paraventi non vanno bene in qualsiasi ambiente in quanto bisogna tener conto dello stile di arredamento che si intende seguire. Sono perfetti, per esempio, nelle case in stile giapponese. La carta di riso può essere usata anche per decorare alcuni oggetti presenti nella casa, come per esempio paralumi, lampade, tavoli e quant'altro. Gli oggetti decorati con carta di riso possono anche essere personalizzati, soprattutto se si è bravi con l’arte della pittura e del colore. Gli amanti del faidate possono decorare la carta da riso in tantissimi modi, dal decoupage o lo stencil, ma anche utilizzando colori a tempera. Un modo simpatico per decorare lampade o altri oggetti può essere quello di incollarci sopra alcune decorazioni, anche fatte a mano. Se si vuole creare una lampada dallo stile etnico, per esempio, si possono realizzare degli origami, in perfetto stile giapponese, ed incollarli sulla carta di reso che ricopre la lampada.

faidate

Wisfox mini elettrico pistola per colla a caldo con 50 pezzi di colla stick blu ad alta temperatura di fusione Glue Gun Trigger kit flessibile per progetti fai-da-te e kit di riparazione

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,91€
(Risparmi 30,08€)


Arredare il giardino. Quali mobili scegliere per l'esterno

faidate Scegliere mobili da giardino o comunque mobili da esterni non è un'operazione sempre semplice. Eppure se si ha voglia di trascorrere delle ore o anche intere giornate all'aperto, magari sfruttando il proprio giardino di casa, si deve rendere quest'ultimo molto accogliente. Per farlo, bisogna necessariamente scegliere mobili da giardino adatti. Ma come scegliere i mobili giusti? La prima cosa da tenere in considerazione è l'estetica. Un mobilio bello è indispensabile per non rovinare la bellezza del giardino. Anche per arredare un ambiente esterno, inoltre, bisogna tener presente quello che è lo stile che si intende dare all'insieme e non fare un'accozzaglia di mobili di ogni genere e modello. Allo stesso tempo, però, i mobili per l'esterno devono anche essere funzionali e resistenti, in quanto sono chiamati a resistere alle intemperie. La prima domanda di porsi nello scegliere i mobili da giardino o comunque in un ambiente esterno è quali materiali scegliere? La plastica e la resina sono sicuramente i materiali più economici. Tavoli e sedie di questo tipo sono anche gli arredi più facili da trovare, in quanto è possibile acquistarli in qualsiasi punto vendita o centro commerciale. All'estremo opposto ci sono materiali come il marmo, la ghisa o altri materiali pregiati misti. Si deve optare per un mobilio di questo tipo qualora si vuole curare particolarmente il proprio arredamento esterno e magari di pari livello con l'interno dell'abitazione. Una via di mezzo può essere il legno. Tavoli, sedie e mobili vari di legno possono anche essere fatti su misura, rivolgendosi ad un falegname o se si è capaci ed amanti del faidate facendo in proprio.


  • Il fai da te: un'arte antica.Uno dei più antichi metodi per lavori, realizzazioni domestiche e d'arredamento è sicuramente il fai da te il quale con un'adeguata attenzione e dedizione al lavoro può ...
  • giardino Quando si ha la fortuna di avere un pezzo di terra in coltivato o da riqualificare la prima idea che viene in mente, è quella di realizzare un giardino. Creare un’area verde per la propria casa dove r...
  • fai da te Una buona manualità, pochi attrezzi e tanta passione. Questa è il segreto del fai da te. Ognuno di noi può realizzare con tanta soddisfazione mobili, staccionate, contenitori, decori, e tutto quello c...
  • fai da te bagmo Realizzare un bagno fai da te può essere un’operazione particolarmente complessa se non si dispone di tutte le conoscenze tecniche necessarie, tuttavia non è impossibile soprattutto se non si parte da...

Calendario dell’Avvento fai-da-te, da creare a piacere - mini-kit completi con 24 bustine - Calendario dell’Avvento da riempire - disegno numero 18

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,9€


Faidate: Come realizzare un percorso in giardino

faidate Gli amanti dell'arredamento o del faidate, possono sicuramente dare un tocco di originalità al proprio ambiente esterno è quello di creare un percorso in giardino. Bisogna ovviamente ricordarsi di abbinare lo stesso allo stile che si intende dare jnel complesso al proprio spazio esterno e, ovviamente, bisogna avere molta creatività e fantasia. Se il giardino è rettangolare o quadrato il percorso che conduce fino alla casa non può che essere lineare. Viceversa, se si ha un giardino più grande, allora è bene predisporre un percorso più articolato. In questo caso il percorso può essere pensato a serpentina, sicuramente più ad effetto. Per delimitare il percorso si può optare installare bordure sistemando aiuole e alberi in maniera più o meno ordinata o piuttosto a macchia di leopardo. Per il vialetto bisogna per prima cosa sistemare in terreno. Questo va per prima cosa livellato. Si tratta di un'operazione fondamentale da fare prima di posare qualsiasi tipo di rivestimento, così come è bene sistemare in seguito la giusta quantità di ghiaia. Per il rivestimento, infine, si può optare per delle piastrelle oppure del porfido. Non esiste una soluzione migliore di un altra ma tutte le scelte vanno valutate in base a quello che è lo stile che ha o che si vuole dare al proprio giardino in modo che l'insieme finale non stoni.