Come arredare un gazebo, le idee migliori

Decidere dove posizionare il gazebo e come utilizzarlo

Il gazebo è un’ottima soluzione per decorare gli spazi outdoor, personalizzarli e creare confortevoli zone d’ombra. Per arredarlo nel modo giusto occorre innanzi tutto non solo decidere come utilizzarlo, ma anche stabilire dove collocarlo.



Le strutture di questo tipo possono essere innanzi tutto allestite come zone dining, in cui pranzare e cenare in compagnia; in alternativa, c’è chi sceglie invece di organizzarle come veri e propri salotti en plein air, nei quali accogliere gli ospiti o concedersi momenti di relax e beata solitudine. Gli smart worker possono considerare l’idea di usare il gazebo anche come temporary office, assicurandosi di poter lavorare comodamente e disporre di tutto il necessario.



Per quanto riguarda il posizionamento, passiamo subito in rassegna le diverse opzioni:



  • Giardino: l’ideale è installare il gazebo in uno spiazzo, una zona che permetta di ammirare il paesaggio circostante senza intralci di sorta. Se l’intenzione è quella di sfruttarlo per consumare i pasti, sarebbe opportuno che risulti vicino al barbecue o, eventualmente, alla cucina da esterno.
  • Aree con piscina: questa è un’altra ottima idea. Necessario è però che lo spazio sia abbastanza ampio, affinché ci sia la giusta distanza fra il gazebo e la vasca: sentire addosso schizzi e gocce, mentre ci si sta rilassando o addirittura nel bel mezzo di un pisolino, non è affatto il massimo.
  • Terrazzi: in questo caso, il consiglio è quello di collocare la struttura in prossimità della porta finestra, creando così una sorta di collegamento fra interni ed esterni e lasciando libero il resto del terrazzo. Oppure, se la vista merita, si può scegliere la strada completamente opposta: mettere il gazebo vicino alla ringhiera o al parapetto. In tal caso, però, preparare la tavola e portare i vari piatti diventa più scomodo.



In foto, il modello Oasis proposto da Roda.

Gazebo Oasis di Roda

Garden Deluxe Oasis Gazebo Impermeabile, Bianco, 300x200x180 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 28,22€


Gli arredi che non possono mancare

  • Pavilion di Varaschin
  • Tibisco di Unopiù
  • g>Lumi di Unosider
Se il gazebo viene utilizzato per consumare i pasti, gli arredi indispensabili sono naturalmente il tavolo e le sedie. La superficie coperta non è molto estesa? Il problema si può risolvere optando per un tavolo da esterno allungabile e/o per sedie pieghevoli. D’altro canto, in termini di stile la scelta è vincolata. Intendiamo dire che sarebbe opportuno creare un continuum rispetto ai mobili che caratterizzano gli interni dell’abitazione.



Se questi sono caratterizzati da un design moderno, fra le opzioni ideali troviamo per esempio tavoli in alluminio o acciaio, anche con piani in teak oppure in altre essenze: i contrasti materici assicurano sempre un gradevole impatto visivo. Le forme sono geometriche e squadrate. Un gusto più classico conduce invece a tavoli in ferro battuto o interamente in legno, ma dalle linee più morbide (quindi ovali, sempre per fare un esempio).



La decisione è invece quella di adibire il gazebo a zona relax? In questo caso, c’è chi predilige i divani e le poltrone progettati per l’outdoor; l’alternativa sono i lettini reclinabili e i pouf. Ottima idea è quella di scegliere, per gli imbottiti, rivestimenti realizzati in tessuti tecnici. Comunque, non dovrebbe mai mancare un tavolino. Anche dal punto di vista cromatico, lo precisiamo, è sempre bene ricercare una continuità – o comunque la massima armonia – con i colori scelti per gli ambienti interni. Nelle foto, il gazebo Pavilion di Varaschin, il modello Tibisco di Unopiù e Lumi di Unosider.


  • gazebo I gazebo consentono di creare in giardino zone riparate dal sole: sono vere e proprie strutture architettoniche coperte, realizzate in varie forme e materiali. Il gazebo può essere richiesto su misura...
  • gazebo Per dare un tocco di eleganza funzionale che rievochi magiche atmosfere di altri tempi, possiamo affidarci a un gazebo ferro battuto. Dai nomi trasudanti di storia, Alisio, Malatesta, Calicanto, Novec...
  • didyma Il gazebo in legno è un elemento utilissimo al nostro periodo estivo ma non solo: infatti possiamo benissimo sfruttare questo spazio coperto anche nei periodi intermedi, quando il clima tiepido ci per...
  • gazebo ferro battuto La soluzione all’acquisto definitivo, esiste. Quando non sappiamo come fare e per svariati motivi non possiamo permetterci un acquisto ingombrante, come ad esempio un gazebo, possiamo noleggiarlo.Se...

Deuba Gazebo da giardino Lorca 3x3 doppio tetto poliestere Protezione UV50+ 9m² tendone padiglione esterno patio feste matrimonio crema

Prezzo: in offerta su Amazon a: 144,95€


Gli errori da evitare

  • Tube di Cagis
  • Cabanne di Paola Lenti
  • Gazebo quadrato by Pircher
Vediamo adesso quali sono gli errori che più comunemente si commettono nell’arredare un gazebo:



Non considerare l’illuminazione artificiale: significa non rendere perfettamente fruibile la struttura nelle ore serali, oppure organizzarsi poi alla meno peggio. Bisogna, invece, predisporre le più adatte fonti luminose. Privilegiando quelle ricaricabili, per esempio lampade da tavolo e fili luminosi (che creano anche atmosfere molto suggestive).

Saturare l’ambiente: la tentazione di collocare sotto la copertura il maggior numero di arredi c’è, soprattutto se si ama ricevere molti ospiti. Ma esagerare significa pagare uno scotto in termini sia di comfort che di estetica.

Trascurare l’importanza delle piante: sono un valore aggiunto da ogni punto di vista. Permettono di personalizzare l’ambiente, decorarlo, intensificano le sensazioni di benessere.



Infine, un altro errore è quello di non dedicare sufficiente attenzione agli accessori. Eppure cuscini, tappeti da esterno, candele profumate, lanterne (sono solo esempi) fanno davvero la differenza. In foto, il gazebo Tube di Cagis, Cabanne di Paola Lenti e un gazebo quadrato firmato Pircher.


Come arredare un gazebo, le idee migliori: 3 idee da copiare

  • Gazebo con arredi in rattan
  • Un set dining in legno per il gazebo
  • Gazebo con divano angolare
Concludiamo con 3 esempi che possono essere interessanti fonti di ispirazione per l’arredo del gazebo. Per il primo è stato scelto un set in rattan composto da due divanetti, un tavolino basso ovale e altri due elementi che fungono da ulteriori piani di appoggio. Alle imbottiture sono stati aggiunti dei cuscini che donano, fra l’altro, un tocco di colore in più. Da notare la presenza delle piante.



Il secondo gazebo è invece caratterizzato da due panche e un tavolo rettangolare in legno; le sedute, gli schienali e il top del tavolo sono a doghe. I cuscini rendono più confortevoli le panche e, anche in questo caso, contribuiscono a vivacizzare e personalizzare l’insieme. I tocchi in più? La lanterna e la fioriera.



Protagonisti dell’ultimo gazebo sono invece un divano angolare con cuscini, un tavolino basso abbinato (con piano in vetro) e un capiente vaso. Prevale il grigio, colore neutro e raffinato, ma non mancano ottimi contrasti cromatici.