Biopiscina, moderna ed ecologica

Cos’è una biopiscina

La biopiscina è una versione più ecologica e meno invasiva della comune piscina da giardino. Per comprendere bene cos'è questo tipo di piscina bisogna analizzarne le diverse parti. Si possono infatti distinguere chiaramente due settori distinti che compongono lo specchio d'acqua: la zona balneabile e la parte dedicata alle piante acquatiche. La creazione di un ecosistema completo, autosufficiente, rende possibile ottenere un'area balneabile con acqua limpida e sempre pulita e di piante rigogliose, il cui aspetto cambia nel corso dell'anno, a seconda della stagione. I vantaggi rispetto alle comuni piscine interrate sono molteplici, il primo fra i quali è la totale assenza di sostanze chimiche da aggiungere all'acqua per mantenerla sanitizzata e pulita. Non è quindi necessario estrarre l'acqua per farla passare in un filtro chimico, e neppure introdurre nel bacino cloro o prodotti antialga o flocculanti, che, oltre a emanare odori sgradevoli, possono anche causare sintomi di allergia nelle persone predisposte.
Una biopiscina in ottimo stato

Amazon Basics - Telo protettivo rotondo per tavolo e sedie da esterni, misura L

Prezzo: in offerta su Amazon a: 49,99€


Quanto costa una biopiscina

Ampia biopiscina in costruzione Quanto costa una piscina di questo tipo? È complicato ottenere un ecosistema complesso nel proprio giardino? Sembra incredibile ma una soluzione di questo tipo, oltre ad essere maggiormente ecologica ed ecocompatibile, costa decisamente meno rispetto ad una piscina classica di pari estensione. Con circa 10.000 si può ottenere un ampio bacino di acqua pulita per nuotare e la conseguente zona con piante palustri per il filtraggio. In alcune condizioni climatiche è sconsigliabile installare una piscina naturale totalmente priva di pompe e filtri, perché la temperatura dell'acqua e i nutrienti presenti nel terreno potrebbero favorire un eccessivo proliferare di alghe e mucillagini. Per questo motivo è possibile aumentare la tecnologia presente nel bacino, aggiungendo delle apparecchiature per il filtraggio e per il movimento dell'acqua, che ovviamente rappresentano un costo aggiuntivo. La spesa inferiore è motivata dalla totale assenza di strutture in muratura e dallo scavo che in genere è di minore entità rispetto ad una piscina tradizionale.

  • biopiscina api verona Ciò di cui abbiamo bisogno per apprezzare di nuovo il nostro pianeta, è la natura. La tendenza sempre più al ritorno alla natura ci porta a considerare l’impiego di detergenti naturali fatti in casa,...
  • arima Chi ha detto che l’arredo outdoor debba solo essere tavoli, sedie e sdraio.. Esiste un altro lato della medaglia, quello acquatico. Perché allora, non rilassarsi piacevolmente immersi in acqua, color...
  • minipiscina in rattan da esterno Per la calura estiva, nei giorni torridi e insopportabili, la soluzione esiste: installare una minipiscina da esterno. Sul terrazzo di casa, nel vostro prato, in giardino o sotto uno spazio coperto, i...
  • piscina tonda Quando pensiamo alle piscine da giardino, ci vengono subito in mente enormi vasche incassate nel terreno, dai costi insostenibili e dalla manutenzione esageratamente inappropriata. In realtà non è s...

Demiawaking 25pcs / 50pcs / 100pcs 5.5cm Palline Giocattolo di Marine Palle Colorate per Sfere di Raggruppamento dei Bambini di Plastica del bambino Regalo per i Capretti Playground (colore casuale) (100pcs)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,03€
(Risparmi 0,96€)


Biopiscina progettazione

Le piante di una biopiscina in perfetta salute La progettazione della piscina naturale, avviene in modo assai diverso rispetto a quella delle più tradizionali piscine in muratura o in cemento armato. Infatti questi bacini sono progettati in modo da inserirsi in modo naturale e totalmente armonico con il resto dell'ambiente circostante. Tipicamente il bacino ha zone a differente profondità, che ricordano più un piccolo stagno piuttosto che una vasca realizzata artificialmente. Per mantenere pulita l'acqua della zona balneabile è necessario accostarle la zona di filtraggio, contenente piante e pesci; questa zona dovrà avere profondità inferiore rispetto alla piscina vera e propria e occuperà un'area pari a circa il 40% di tutto il piccolo lago. La scelta delle piante da inserire comporta un altro sforzo progettuale, perché è necessario utilizzare specie che possano sopravvivere nella zona in cui è posizionata la piscina, durante tutte le stagioni dell'anno. Per questo motivo è fondamentale evitare piante esotiche, o che necessitano di particolari condizioni climatiche.


Biopiscina costruzione

Biopiscina con pontile La costruzione comporta come prima cosa la scelta della zona del giardino in cui inserirla. Visto che si tratta di un bacino dall'aspetto naturale, questa pisicnadeve trovarsi in uno spazio in cui si riesca ad ottenere una collocazione piacevole anche alla vista, non solo pratica per l'utilizzo durante i mesi caldi. Dopo aver definito la zona, che dovrebbe essere sufficientemente soleggiata da permettere alle piante di svilupparsi rigogliose, è necessario effettuare lo scavo. La biopiscina avrà un profilo sinuoso e naturale; il fondo si copre con speciale materiale impermeabile, molto resistente, cui si può dare la forma che si desidera. Per questo motivo molto spesso le biopiscine hanno una forma tondeggiante, o formano piacevoli anse. Il fondale non è tutto alla stessa profondità, per simulare un lago naturale e per facilitare il movimento dell'acqua al suo interno.


Biopiscina, moderna ed ecologica: Piscina naturale

Biopiscina dall'aspetto tradizionale La biopiscina altro non è che una piscina naturale. Per ottenere acqua fresca, limpida e pulita è necessario che all'interno della vasca si crea un ecosistema complesso, costituito da piante e pesci. Nella vasca di filtraggio vivono pesci e microrganismi di vario tipo, che si nutrono dei piccioli insetti e delle larve originate dalle uova deposte nell'acqua e producono regolarmente i loro escrementi. Le piante poste a dimora in questa zona si cibano dell'azoto e dei composti organici rilasciati nell'acqua dagli animali. Il risultato finale consiste in un bacino in grado di mantenersi pulito senza aiuti dall'esterno. In alcuni casi perché questo ecosistema funzioni al meglio ci vogliono vari mesi, durante i quali è necessario effettuare opere di pulizia del fondale. Spesso nelle biopiscine sono comunque presenti dei filtri e delle pompe, che movimentano l'acqua, in modo da evitare che si formino pozze di acqua ferma e scarsamente ossigenata. In ogni caso non si devono comunque inserire nel bacino sostanze chimiche, come il cloro o i prodotti antialghe, che potrebbero uccidere le piante e i pesci.