Assicurazione casalinghe

Cos'è l'assicurazione per le casalinghe

L'assicurazione annuale per casalinghe è prevista dalla legge italiana 493 del 1999, ed offre una tutela contro ogni tipo di infortunio che si può verificare all'interno della propria casa durante lo svolgimento delle faccende domestiche. Gli infortuni più frequenti che possono verificarsi sono ferite da coltelli, ustioni, cadute dalle scale e scivolate su un pavimento bagnato. La polizza deve essere stipulata da donne e uomini che si occupano a tempo pieno della propria casa, senza percepire alcuno stipendio, di età compresa tra i 18 ed i 65 anni. L'assicurazione va pagata all'Inail entro il 31 gennaio e il suo importo è pari a 12,91 euro. Sono esclusi dall'obbligo di stipula della polizza tutti coloro che svolgono un'attività professionale al di fuori della propria abitazione e percepiscono uno stipendio. Foto Vitadadonna.com
casalinga che affetta una carota con una lama affilata

Photo Frame Legno Massello Photo Frame Creative Soggiorno Photo Frame parete i bambini la scrivania di 7 pollice orizzontale (Tabella) colore di registro

Prezzo: in offerta su Amazon a: 47€


Come e dove pagare l'assicurazione

logo dell'Inail Ci sono diverse modalità che permettono il pagamento della polizza assicurativa per casalinghe. - Bollettino postale: l'importo di 12,91 euro può essere pagato attraverso il bollettino postale che può essere ritirato presso qualsiasi sede Inail, nelle associazioni di categoria o negli uffici postali. Coloro che hanno già stipulato la polizza nell'anno precedente, in genere ricevono il bollettino precompilato direttamente a casa. Se questo non dovesse accadere è possibile ritirare il bollettino presso uno degli uffici sopracitati. - Pagamento online: è possibile effettuare il pagamento dell'importo anche dal sito dell'Inail utilizzando la propria carta di credito del circuito Visa, Mastercard o Postepay. - Bonifico bancario: infine è possibile effettuare il pagamento con un bonifico bancario intestato ad Inail.

    CNBBGJ Pieghevole la sicurezza del bagno corrimano per WC in acciaio inox corrimano corrimano privo di barriere architettoniche

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 154,82€


    Rendita Inail prevista in caso di infortunio

    statistiche di infortuni in ambito domestico La polizza assicurativa per casalinghe copre tutti gli infortuni casalinghi e quelli causati da animali domestici. Dal 1 gennaio 2007, tutti coloro che hanno stipulato la polizza assicurativa ed hanno subito un'invalidità permanente pari o superiore al 27%, hanno diritto ad una rendita vitalizia, che verrà percepita dall'infortunato una volta al mese. La rendita mensile prevista va da un minimo di 166,79 euro per l'invalidità minima, ossia il 27%, fino ad un massimo di 1.158,33 euro in caso di invalidità al 100%. Dal 17 maggio 2006, è prevista una rendita vitalizia anche in caso di morte dell'assicurato, che viene suddivisa tra il coniuge ed i figli. In caso di morte, l'importo della rendita viene calcolato con le modalità previste in caso di infortunio sul lavoro. Inoltre, viene corrisposto un assegno funerario dell'importo pari a 1.725 euro.


    Assicurazione casalinghe: Categorie esenti e interessi di mora

    uno degli incidenti domestici più frequenti Come già detto, la polizza assicurativa per casalinghe è obbligatoria. Tuttavia, ci sono dei casi in cui l'assicurazione è gratuita in quanto l'importo viene pagato dallo Stato. L'assicurazione è gratuita per coloro che hanno un reddito annuale personale inferiore ai 4.648,11 euro e che hanno un reddito familiare complessivo inferiore a 9.296,22 euro. Per usufruire dell'esenzione, occorre compilare un'autocertificazione in cui si dichiari di avere i requisiti necessari. Il modulo dell'autocertificazione può essere scaricato dal sito dell'Inail, o richiesto presso le sedi Inail, i patronati o le associazioni di categoria. La scadenza prevista per il pagamento del premio di assicurazione è il 31 gennaio. Chi non effettua il pagamento entro tale termine, dovrà pagare degli interessi di mora, che non possono superare l'ammontare dell'importo annuo.