Cauzione affitto

Cauzione affitto

La cauzione affitto consiste nel versamento di una determinata somma di denaro nelle mani del locatore, da parte di colui che intende usufruire del bene oggetto del contratto. In questo modo il proprietario dell'immobile ha la garanzia di disporre della somma necessaria per riparare eventuali danni causati dal coinquilino. Quest'ultimo ha l'obbligo di custodire l'abitazione in maniera responsabile e diligente, per restituirla nello stesso stato in cui l'ha ricevuta. La cauzione affitto ha uno scopo di garanzia per le parti e può comportare dei benefici anche per chi la versa. Infatti, secondo le normative dell'ordinamento italiano, la cifra data in deposito produce degli interessi legali che il proprietario può versare all'inquilino al termine di ogni anno di locazione, se ciò è stabilito dalle parti. Si tratta di un obbligo imposto solo nei casi in cui l'immobile non è destinato ad uso abitativo o è stipulato per un periodo breve, come gli alloggi.
Cartello di affitto per una casa

KingTop Tenda Luminosa Natale 304 LED 3M x 3M Tenda Luci Natale 8 Modalità Tenda Luminosa Esterno Bianco Caldo Tenda Di Luci Esterno Natale [Classe di efficienza energetica A+]

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,99€


Deposito cauzionale locazione

La compilazione di un assegno Il deposito cauzionale locazione riguarda una somma di denaro la cui fonte può essere la legge o l'accordo tra le parti. In genere si predilige la prima e consiste nel consegnare al proprietario dell'immobile i soldi corrispondenti a tre mesi di affitto, come quanto stabilito dall'art.11 del codice civile, introdotto dalla legge n°392 del 1978. Per versare il deposito cauzionale locazione vi sono diversi modi tra cui: il versamento in contanti da attestare e firmare dai contraenti attraverso la garanzia fideiussoria assicurativa o bancaria oppure tramite l'apertura di un libretto postale o bancario inserendo la clausola al portatore. Si consiglia comunque di accertarsi sempre di avere un documento dal quale risultino i soldi versati, evitando così di incorrere in problemi spiacevoli nel momento in cui si chiede la restituzione. Nello stabilire il prezzo del deposito non si deve tener conto delle eventuali spese di condominio.crusoe.it

  • Appartamenti in città Per gli inquilini italiani, con la dichiarazione dei redditi, è possibile scaricare anche le spese relative al canone abitativo. Tuttavia per usufruire delle detrazioni sono necessari alcuni requisiti...
  • Testo unico sull'Imposta di registro L'imposta registro deriva dall'esistenza di atti giuridici che devono o possono essere soggetti alla registrazione. Vi sono atti che devono essere registrati obbligatoriamente e altri che vengono volo...
  • Imposte sulla casa Quando si affitta un immobile di proprietà, come risaputo, bisogna versare allo stato le tasse sul canone d'affitto. Queste tasse sono state generalmente inglobate nell'Irpef, ovvero l'imposta sulla p...
  • Contratto di locazione L'affitto, meglio identificato con il termine "locazione", è, per legge, un vero e proprio contratto che intercorre tra due parti. Nel contratto di affitto vi è da una parte il locatore, ovvero colui ...

KINGSO Versione portalampada silicone 220V E27 portalampada Edison con interruttore / spina / 3M cavo colorato tessile / certificato VDE [Classe energetica A]

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€
(Risparmi 12,99€)


Restituzione cauzione affitto

Le chiavi vengono restituite al proprietario dell'immobile dato in locazione La restituzione cauzione affitto, con il conseguente rimborso degli interessi, deve tenersi nel momento in cui colui che ha ricevuto il bene locato lo libera da tutti i suoi affetti e lo lascia così come lo ha ricevuto. Il contratto quindi si ritiene risolto entro 10 giorni trascorsi i quali il locatore non può chiedere quanto ha versato. Dato che lo scopo della cauzione è quella di tutelare il locatore da eventuali danni causati dal'inquilino, egli può rifiutarsi di resituire la somma di denaro e trattenerla per le riparazioni e a titolo risarcitorio. Se il proprietario del bene si rifiuta ingiustamente di effettuare la restituzione cauzione affitto, la parte lesa potrà chiedere un'ingiunzione al pagamento davanti al giudice. Gli obblighi a carico del conduttore sono quelli di restituire l'immobile integro e senza vizi.infissipalermo.it


Restituzione deposito cauzionale

Il vetro rotto di un'abitazione Attraverso la restituzione deposito cauzionale l'inquilino ottiene la somma versata, che corrisponde a tre mesi di canone, a cui si sommano eventuali interessi maturati nel tempo. Qualora il locatore non abbia nessuna intenzione di adempiere ai suoi obblighi deve comunicare le ragioni che giustificano la sua mancanza, come i danni causati da chi ha usufruito del bene ed eventualmente da terzi autorizzati dal conduttore. Quest'ultimo non risponde del deterioramento naturale dell'immobile dovuto al passare del tempo, dei danni causati da terzi, senza colpa del conduttore e di quelli provocati da agenti atmosferici o da disastri naturali. Il locatore può trattenere rifiutando la restituzione deposito cauzionale solo se autorizzato dall'altra parte o dal giudice, nel caso venga avviata una causa. Se i danni superano la somma trattenuta il locatore può chiedere al conduttore di versare la differenza.casosannino.it