Regolamento di condominio

Regolamento di condominio

Il regolamento di condominio è un atto che regola la vita all'interno di un condominio, e i rapporti tra i condomini; tale atto in Italia è obbligatorio per i condomini che superano i dieci condomini, ma può venire utilizzato anche in condomini più piccoli. La legge italiana non prevede una sanzione per i condomini con più di dieci condomini che non applicano un regolamento di condominio, quindi in questi casi è possibile dirimere eventuali controversie attraverso le norme di legge che regolano l'utilizzo di ambienti e oggetti comuni. Il regolamento può venire proposto anche da un singolo condomino, ma deve venire approvato da una delibera del consiglio condominiale, quindi dal 50% + 1dei condomini e da almeno 2/3 dei millesimi dell’intera costruzione. I condomini che dissentono dal regolamento condominiale hanno facoltà di impugnare la delibera di approvazione dell'assemblea, rivolgendosi ad un giudice entro 30 giorni dalla delibera stessa. la legge numero 220/2012, entrata in vigore nel giugno 2013 ha modificato le norme che regolano la vita in condominio, tra cui anche quelle che riguardano i regolamenti.
Un condominio

Goldflex - Cuscino per GAMBE Multifunzione in MEMORY FOAM modello Mezzocilindro da VIAGGIO // Riduce le Tensioni Muscolari e Favorisce la Circolazione Sanguigna // ECOLOGICO, ANTI-ODORE // Rivestimento agli IONI D'ARGENTO Pure by HEIQ Antibatterico ed Antiacaro con Cerniera SFODERABILE e LAVABILE // Lo puoi Usare a CASA o in VIAGGIO >>> CERTIFICATO Dispositivo Medico a Marchio CE Detraibile Fiscalmente come Spesa Medica

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29€
(Risparmi 44€)


Regolamento di condominio obbligatorio

Esempio di condominio Lo Stato italiano obbliga le costruzioni con più di dieci nuclei familiari a dotarsi di un regolamento condominiale, previa delibera dell'assemblea condominiale. Queste leggi, riformate nel 2012, regolano anche il contenuto dell'atto di regolamento del condominio, indicando cosa è possibile inserire tra le norme che regolano l'utilizzo del condominio, e i diritti e i doveri di chi lo occupa. La precedente norma che regolamentava questo settore era datata 1942, e quindi non si addiceva più alle problematiche presenti oggi nelle abitazioni. Nel regolamento condominiale oggi è vietato inserire norme che possono ledere i diritti civili dei condomini, come vietare di tenere animali nel proprio appartamento, o vietare di porre in atto un impianto di antenna televisiva per ogni singolo condomino. Nel caso in cui il regolamento vada a limitare i diritti di alcune unità abitative o garantisca dei privilegi ad alcuni condomini, viene chiamato regolamento ordinario e deve venire accettato da tutti i condomini all'unanimità. Si intende come unanimità l'accettazione da parte di ogni singolo condomino, compresi anche quelli che non sono presenti all'assemblea.

  • elaborazione di una tabella millesimale Fissato il valore dell'edificio pari a 1000, per stabilire il valore di ogni singola abitazione si tengano presenti determinati prerequisiti, quali la superficie del appartamento, l'esposizione, la de...
  • riforma condominio La riforma del condominio approvata lo scorso 18 giugno 2013 ha portato numerose novità in ambito condominiale. Per gli amministratori è prevista una serie di requisiti specifici, come ad esempio il c...
  • Protezione del condominio L'assicurazione condominio viene chiamata Polizza Globale Fabbricati; tale polizza viene stipulata dall'amministratore condominiale e copre l'intero condominio, ovvero il fabbricato e tutti gli anness...
  • Giardino condominiale a carico dell'inquilino Le spese di un condominio si dividono tra ordinarie e straordinarie. Le ordinarie sono quelle spese di routine che riguardano l'utilizzo giornaliero dell'edificio e sono a carico dell'inquilino. Le sp...

XMQC*Rubinetto di cucina contemporanea di risciacquo preliminare di ottone Bronzo Antico

Prezzo: in offerta su Amazon a: 118,37€


Bozza di regolamento di condominio

Condominio in città La bozza del regolamento di condominio deve contenere una iniziale stesura di tale atto, e va presentata in sede di assemblea condominiale per poter venire approvata, o modificata, e in seguito approvata. L'approvazione, in prima seduta, deve provenire da almeno il 50% +1 dei condomini, ovvero dai proprietari di 2/3 dei millesimi. Tale bozza deve riportare indicazioni sull'ubicazione del condominio, sulla tipologia e consistenza delle parti comuni, sulla consistenza dell'intero immobile cui riguarda il regolamento. Si devono indicare anche i millesimi posseduti da ogni singolo condomino, e le norme di esercizio e uso delle parti comuni, divisibili e indivisibili, quali ascensori, cantine, autorimesse, giardini. Il regolamento riporta anche gli obblighi e i divieti di ogni singolo condomino, come accettato dalla maggioranza dell'assemblea. Tali norme non possono contravvenire ai diritti civili garantiti dallo stato italiano. Ad esempio si può vietare l'affitto dell'appartamento di proprietà per usi diversi da quello abitativo, o obbligare i condomini ad avvisare l'assemblea dei lavori effettuati nella propria abitazione.


Esempio regolamento di condominio

Esempio di lettera per la convocazione del'assemblea condominiale REGOLAMENTO DI CONDOMINIO NORME GENERALI Art. 1 Indicazioni sull'ubicazione del condominio Art. 2 Ogni condomino si impegna a rispettare il regolamento, e di farne obbligo anche agli affittuari. Art. 3 Millesimi e spese Le spese comuni verranno suddivise secondo i millesimi di proprietà, indicati in una tabella allegata. Art.4 Ai sensi dell’art. 1117 cod. civ. sono oggetto di proprietà comune dei proprietari dei diversi piani o porzioni di piani dell’edificio, se il contrario non risulta dal titolo: il suolo su cui sorge l’edificio; le opere, le installazioni, i manufatti di qualunque genere che servono all’uso e al godimento comune. Art. 5 Misura dei diritti sulle parti comuni e loro irrinunciabilità Art. 6 Proprietà esclusiva Art. 7 Regolamento d'uso Art. 8 Manutenzione della proprietà esclusiva Art. 9 Uso degli impianti e delle zone comuni Art. 10 Amministrazione del condominio Art. 11 Individuazione degli obblighi dell'amministratore. Art. 12 Pagamento delle quote per la ripartizione delle spese ordinarie e straordinarie.