Tabelle millesimali

Calcolo delle tabelle millesimali

Fissato il valore dell'edificio pari a 1000, per stabilire il valore di ogni singola abitazione si tengano presenti determinati prerequisiti, quali la superficie del appartamento, l'esposizione, la densità di volume edificabile, altresì nota come indice di cubatura, l'illuminazione, il numero di piano in cui è situata l'unità immobiliare, e non trascurabili sono la presenza o meno di un ascensore o di una area ricreativa.

Qualora tali fattori fossero tutti presenti nella valutazione dell'appartamento, il coefficiente da inserire nelle tabelle millesimali sarà il massimo; di contro, più modesta è l'unità immobiliare tanto più inferiore sarà il suo valore in rapporto al condominio.

E' compito di un tecnico occuparsi dell'elaborazione della tabella millesimale nonché del "Resoconto quantitativo e qualitativo della struttura condominiale"; egli può inoltre aggiungere o sottrare determinati fattori di valutazione dell'abitacolo, senza trascurare i valori standard stabiliti dalla Circolare Ministeriale LL. PP. 12480/66.

Nei condomini di più recente costruzione può essere necessaria la stesura di più documento, una tabella interesserebbe solo l'uso degli spazi comuni.

elaborazione di una tabella millesimale

Lampada di sale Salgemma dell'Himalaya 2-3 kg

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,48€


Revisione delle tabelle millesimali

tabelle millesimali Nel momento in cui vengono apportate opere di modifica e di ristrutturazione della struttura condominiale, è doveroso procedere con una revisione delle tabelle millesimali stilate in precedenza.

Una nuova riforma, che ha portato non poche proteste da parte dei cittadini Italiani, ha visto approvarsi il consenso di revisione senza unanimità di tutti i condomini: infatti, fino a non molto tempo fa, per la supervisione delle tabelle soventemente l'operazione si tramutava in processo civile, con l'intervento di un Giudice e quindi necessitava dei tempi burocratici necessari per l'apertura e la chiusura della causa.

In accordo invece con l'articolo 68 CC (Codice Civile), che prevede la necessità improrogabile di un'azione di revisione soprattutto dopo una notevole alterazione del valore di ogni singolo abitacolo rispetto all'edificio sui generis, la sentenza 18477 del 9 agosto delle sezioni unite della Cassazione delibera che, per procedere ad una supervisione delle tabelle suddette è fondamentale avere solo la maggior parte dei condomini d'accordo.

  • unità condominiale lussuosa Ristabilire l'ordine negli edifici e portare nuove regole è quello che la legge del 18 Giugno 2013 ha accordato insieme agli articoli che sanciscono i principi relativi alla riforma del condominio. ...
  • riforma condominio La riforma del condominio approvata lo scorso 18 giugno 2013 ha portato numerose novità in ambito condominiale. Per gli amministratori è prevista una serie di requisiti specifici, come ad esempio il c...
  • Protezione del condominio L'assicurazione condominio viene chiamata Polizza Globale Fabbricati; tale polizza viene stipulata dall'amministratore condominiale e copre l'intero condominio, ovvero il fabbricato e tutti gli anness...
  • Un condominio Il regolamento di condominio è un atto che regola la vita all'interno di un condominio, e i rapporti tra i condomini; tale atto in Italia è obbligatorio per i condomini che superano i dieci condomini,...

Trio 301400124 Lampada a Sospensione con Paralume in Vetro Traslucido, Ambra

Prezzo: in offerta su Amazon a: 22,72€
(Risparmi 9,98€)


Approvazione delle tabelle millesimali

tabelle millesimali Anche per l'approvazione, il discorso da farsi è pressocché simile a quello precedente. Difatti, in precedenza, anche per la mera approvazione delle tabelle millesimali redatte dal tecnico era necessaria l'unanimità dei condomini, ed altrimenti, era opportuno l'intervento di un Giudice.

Ora invece, anche per approvare l'elaborato del perito, è possibile sfruttare l'opzione della maggioranza. Per essere più precisi faremo riferimento anche alla sentenza alla sentenza della Corte di Cassazione dell’11 luglio 2012, n. 11757, circa l’impugnazione della delibera di approvazione: "L'impugnazione della delibera dell'assemblea condominiale di approvazione di nuove tabelle va proposta nei confronti dell’amministratore del condominio e non nei confronti dei singoli condòmini." Invece è il provvedimento della Corte di Cassazione, Sezione 6 civile Ordinanza 27 giugno 2012, n. 10762 a confermare la futilità dell'unanimità per l'approvazione:"Sulla base del principio di diritto enunciato dalle Sezioni Unite nella sentenza n. 18477/2010 risulta sufficiente, infatti, la maggioranza qualificata di cui all’art. 1136, secondo comma, CC".


Tabelle millesimali: Software per l'elaborazione

Software per le tabelle millesimali Il tecnico preposto alla stesura delle tabelle millesimali del condominio può usufruire del software che più si adatta alle sue esigenze. Certamente sono diversi i software per l'elaborazione tutt'ora in commercio, ma una veloce ricerca sul browser aiuta anche i più audaci: in cima, e quindi il più quotato tra le ricerche è "Millesimus", dotato di tutti i testi e i riferimenti normativi aggiornati alle riforme riferite alla Legge 220/2012; inoltre permette la stesura di tabelle e regolamenti condominiali anche per edifici al di fuori dagli standard, quali i condomini orizzontali e i supercondomini.

Il controllo dei calcoli e la personalizzazione delle tabelle è a completa gestione del Perito. Altro software, completo, ma dai prezzi decisamente poco modesti, è Esimus, che permette di avere una panoramica del servizio dettagliata, e le istruzioni a portata di mano ancor prima di aver acquistato il prodotto: con Esimus, l'elaborazione delle tabelle diventa un semplice inserimento in input dei dati, e la visualizzazione veloce in output del calcolo, a discapito di una personalizzazione più contenuta, rispetto alla concorrenza.