Isolamento termico

La cultura nordica ci insegna

Nel nostro paese spesso non si attribuisce la corretta importanza, il giusto valore all’isolamento termico degli edifici soprattutto delle case.

Spesso si sottovaluta riducendo al minimo indispensabile o addirittura eliminando la soluzione isolante.

Questo avviene per scarsa cultura di chi progetta e in parte di chi costruisce, poiché l’importanza invece dell’isolamento è fondamentale affinchè una casa sia sana, vivibile e termicamente confortevole.

L’isolamento termico di un’abitazione deve essere progettato alla perfezione con criteri che permettano di assolvere i parametri termodinamici che portino l’ambiente interno a un comfort abitativo.

Nei paesi nordici europei, ma anche solo nella regione del Trentino Alto Adige la cultura dell’isolamento termico è radicata molto più che in tutto il resto d’Italia, dove ora a fatica si sta in parte diffondendo per obbligo dei decreti emanati per la richiesta delle detrazioni proposte dallo Stato.

cultura nordica

Isolamento termico in acciaio inox per il pranzo Yosoo portatile Isolamento termico permeabilità Proof 1 interno/2/3 scomparti con manico food contenitore per cibo 1 Layer-Rechteck blu

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,58€


Tipologie di isolamento termico

cappotto termico Lo scopo dell’isolamento termico è quello di creare un divario tra esterno e interno in termini di dispersioni termiche: in inverno il calore interno non deve uscire fuori, mentre in estate il caldo non deve passare all’interno.

A questo proposito esistono due tipologie d’isolamento: a cappotto, o dall’interno.

Le due tipologie d’isolamento si eseguono in base alle possibilità e alle necessità: un isolamento a cappotto prevede il rivestimento totale dell’edificio con materiale isolante, mentre l’isolare dall’interno la casa, prepone che si appongano le lastre dall’interno della muratura, in modo continuo e attiguo.

L’isolamento dall’interno è preferibile nei casi in cui l’abitazione sia caratterizzata da un uso sporadico, come nel caso di case montagna o casa vacanze.

Se invece la casa che deve essere isolata è quella in cui abitiamo tutto l’anno, se è possibile è bene preferire un isolamento a cappotto che permetta la protezione dei muri dall’esterno, in modo che non si raffreddino e non si surriscaldino eccessivamente.

In foto: cappotto GreenMe

  • Cucina con isola Avenue di Aster Cucine Il nostro nuovo spazio casa è pronto ad accogliere una nuova, spaziosa e funzionale cucina.Non abbiamo ancora stabilito nulla, dobbiamo fare tutto dal principio.In primo luogo visto che possiamo, ...
  • Cucina Liberamente Scavolini Arredare casa è una delle cose più piacevoli che si possa fare: scegliere lo stile e i mobili, disporli, trovare loro la giusta sistemazione nello spazio e molto altro.Abbinare colori e tessuti, mat...
  • camera lusso martini Arredamenti di lusso per case di alto livello. Molto spesso questa definizione non coincide con il concetto di design, poiché chi predilige l’arredo di lusso, bada prende in considerazione decisamente...
  • progetto Siamo da poco entrati nella nostra nuova casetta e troviamo spazi nudi, solo bianche mura e vuoto assoluti. Non facciamoci prendere dall’ansia ma godiamoci questo splendido momento creativo che a brev...

Isolamento Termico interno in acciaio inox per il pranzo Yosoo portatile Isolamento termico permeabilità Proof 1/2/3 scomparti con manico food contenitore scatola thermos per cibo 4 Layer arancione

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,17€


Isolamento termico: Isolamento del sottotetto

sottotetto isolato Abitabile o no è sempre bene isolare il tetto: l’isolamento termico dello spazio attiguo alla copertura permette infatti di evitare quell’importante speco energetico in termini di calore, che non si valuta sempre correttamente.

Infatti, in estate il surriscaldamento della copertura riscalda in maniera importante tutta la casa, mentre in inverno il raffreddamento scende ai piani inferiori, causando un dispendio energetico in termini di riscaldamento, importante e inutile.

A questo proposito, anche se non abbiamo intenzione di ricorrere agli incentivi per il risparmio energetico proposti dallo stato, è bene isolare adeguatamente la copertura, provvedendo a inserire almeno una quindicina di centimetri di isolante, nel caso in cui si parli di materiale sintetico, tra due teli di barriera al vapore posta nella parte calda del tetto e impermeabilizzante traspirante in quella fredda, per evitare che l’acqua passi attraverso.

In questo modo, anche se non siamo al top dell’isolamento possiamo assicurarci che in parte il nostro tetto non disperda come invece accade nel 90% delle realizzazioni in cui si sottovaluta la coibenza termica.