Le soluzioni per rinnovare le piastrelle senza cambiarle

Le piastrelle adesive

Sia il bagno che la cucina sono ambienti vissuti quotidianamente, soggetti all’usura ma anche all’azione dell’umidità. Di conseguenza, è naturale che sorga l’esigenza di rinnovare le piastrelle: può trattarsi di una necessità, appunto, e parallelamente di una questione estetica. Ma esiste un modo per evitare noiosi e dispendiosi interventi di muratura, ovvero per raggiungere il proprio obiettivo senza sostituirle? Sì. Anzi, ce ne sono diversi.



Il primo consiste nell’applicare – e vale sia per i rivestimenti che per le pavimentazioni – piastrelle adesive su quelle già esistenti. Nella maggior parte sono realizzate in PVC, materiale molto resistente e durevole, ma in ogni caso sono prodotti impermeabili e che si puliscono con facilità.



Anche l’applicazione è semplice: basta togliere il foglio posto sul retro e posare piastrella sulla parete, facendo una leggera pressione con le mani. Un lavoro che si può svolgere in completa autonomia. Oggi la scelta sul mercato è davvero ricca e variegata, si trovano piastrelle di diverse forme (quadrate, esagonali, rettangolari) e, per quanto concerne colori e fantasie, c’è davvero l’imbarazzo della scelta.



In foto, un esempio riconducibile al catalogo Tileskin; sono sottili laminazioni adesive molto pratiche e di grande impatto dal punto di vista estetico.

Le piastrelle adesive<p />

SEBSON&#174; 12x Faretto ad incasso, Tipo 9, quadrati, orientabile, bianco, LED/Alogena, incl. attacco GU10

Prezzo: in offerta su Amazon a: 42,99€


Applicare uno smalto per piastrelle

  • Smalto per rinnovare le piastrelle del bagno – V33<p />
  • Smalto Rinnova tutto - Syntilor
  • Smalto per piastrelle cucina e bagno - Luxens
Anche gli smalti rappresentano un’ottima soluzione per rinnovare le piastrelle del bagno e della cucina senza sostituirle. Chi desidera semplicemente restituire loro brillantezza, ne può acquistare uno trasparente. Chi invece desidera cambiare look all’ambiente, ha a disposizione i più diversi colori e l’effetto coprente è garantito. In tutti i casi si tratta di prodotti impermeabili e lavabili.



Alcuni non devono neppure essere diluiti, per altri serve un fondo specifico che favorisca la presa e per altri ancora no. Un consiglio: si passino due mani, lasciando trascorrere almeno ventiquattro ore fra l’una e l’altra. Prima di procedere con la verniciatura, è fondamentale pulire con cura le piastrelle in questione con un detergente specifico e rimuovere eventuali tracce di calcare con aceto bianco. Quindi si risciacqua per bene, si asciuga e si sgrassa il tutto con acetone.



Il bordo delle piastrelle, gli interruttori e le prese devono essere protetti con nastro carta. A questo punto, se necessario, si applica il fondo e si lascia asciugare. Infine tocca allo smalto: bisogna versarlo in una bacinella e poi applicarlo con un rullo di media grandezza.


  • pavimento in ceramica Sono ecosostenibili, semplici e sofisticate insieme. Ma soprattutto sempre più personalizzate, per rispondere alle esigenze del progettista e del consumatore, con una gamma ormai davvero infinita di p...
  • cucina con rivestimento design Quando pensiamo alla zona giorno, nello specifico alla cucina, non dobbiamo sottovalutare l’importanza del rivestimento. Una scelta corretta può, infatti, aiutarci soprattutto nel mantenimento della p...
  • piastrelle Quando entriamo in una nuova casa, o abbiamo deciso di fare dei lavori come rifare pavimenti o rivestimenti in piastrelle, dobbiamo effettuare sicuramente una pulizia delle piastrelle. Ma come pulire ...
  • pulizia piastrelle Pulire le piastrelle è un lavoro molto dispendioso in forze ed energie. Infatti, secondo la tipologia di sporco che abbiamo, in qualunque caso, dobbiamo strofinare molto e con costanza per ottenere su...

Chesbung [6Pack,1M/3.3ft] Profilo in Alluminio a Forma di V per Striscia a led, con Cover e Tappi di Chiusura laterali. Canalina di Alluminio con Cover, Montaggio Universale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,95€


Terza soluzione: le resine

Un bagno rinnovato con la resina Materia di Elekta Le resine rappresentano un’ulteriore soluzione, rapida e anche piuttosto economica, per un restyling di pavimenti e rivestimenti, in bagno così come in cucina. Coprono le fughe (che però devono prima essere stuccate), consentendo di ottenere superfici lisce e perfettamente omogenee. Hanno uno spessore ridotto ai minimi termini, ovvero compreso fra i 2-3 mm, di conseguenza non c’è bisogno di intervenire in riferimento a porte e infissi.



Il risultato finale, questo bisogna specificarlo, è all’insegna dello stile minimalista e moderno. In altre parole, in un contesto può classico la resina potrebbe non essere la scelta ideale. Ma c’è sempre da sottolineare l’importanza dei gusti personali.



Il monocolore è molto in voga e la gamma di tonalità disponibili risulta a dir poco ampia, tuttavia è possibile optare anche per svariati effetti decorativi: per esempio velati, materici, spatolati. Idrorepellenti e impermeabili, le resine si possono utilizzare su qualsiasi tipo di piastrella. La preparazione del supporto prevede uno “shampoo” e la posa di un fondo. In foto, un bagno rinnovato con la resina Materia di Elekta.


Le soluzioni per rinnovare le piastrelle senza cambiarle: Il microcemento decorativo

  • Bagno rinnovato con il microcemento Sika
  • Rivestimento Concrete Optik by Ideal Work
  • Microcemento decorativo by Minirasex
Il cosiddetto microcemento è un materiale a base di acqua e cemento, atossico e caratterizzato da uno spessore minimo. Può essere posato su pavimentazioni e rivestimenti già esistenti nonché di svariate tipologie: in ceramica, gres porcellanato, marmo, anche legno e metallo. Va bene per supporti regolari, irregolari, lisci, ruvidi. Resiste all’usura, alla compressione, alla flessione e alle abrasioni. È impermeabile, quindi adatto anche agli ambienti più umidi come il bagno e la cucina.



Il microcemento decorativo consente di ottenere superfici continue senza fughe e, grazie all’ampia disponibilità di rivestimenti e colorazioni, è facile trovare le soluzioni estetiche più adatte alla propria casa e meglio rispondenti ai gusti personali.



Questo materiale si posa ed è fruibile in tempi rapidi, tuttavia è importante sottolineare che, a meno che non si possiedano competenze specifiche, il lavoro dev’essere affidato a professionisti del settore. Insomma, in questo caso il fai da te non è un’opzione consigliabile.