Camino a legna

Come costruire un camino a legna

Per posizionare in casa vostra un camino a legna è necessario approntare degli impianti, che devono venire posati necessariamente da un professionista. Prima di tutto è bene individuare la posizione del camino, tenendo conto che sarà necessario dotarlo di canna fumaria; se le canne fumarie presenti nelle pareti di casa sono già occupate, o semplicemente non sono presenti, è d'obbligo costruire una nuova canna, inserita nelle pareti, o esterna. Se vivete all'ultimo piano, potrete semplicemente far fuoriuscire la canna fumaria al di sopra del camino e poi dal tetto, potendo quindi posizionarlo dove preferite in casa. Negli altri casi, sarà necessario posizionare il caminetto solo nelle vicinanze della canna fumaria, per evitare che i fumi attraversino lunghe tubature prima di uscire di casa. Oggi è conveniente porre in opera un caminetto a focolare a tenuta stagna, perché sono molto più efficienti rispetto a quelli a camera aperta, e inoltre sono molto meno inquinanti, e vi sarà possibile utilizzarli più a lungo nel corso dell'inverno. I caminetti vengono venduti in strutture prefabbricate, che vanno incassate o addossate alla parete.
Caminetto tradizionale

Camino caminetto refrattario cucina legna 55 mc angolo reversibile VZ 100 KD-KS

Prezzo: in offerta su Amazon a: 510€


Inserti per camini

Inserto per camino a legna Molte aziende presentano in catalogo degli inserti per camino a legna, si tratta di focolari a tenuta stagna, dotati di tutti gli impianti necessari, che vanno semplicemente inseriti in una bocca di fuoco, ad esempio in una struttura appositamente preparata, o anche un vecchio caminetto aperto tradizionale. Queste apparecchiature permettono di utilizzare al meglio la legna, e di sfruttarla producendo la maggior quantità di calore possibile e la minor quantità di fumi possibile, in modo da riscaldare efficacemente la casa senza produrre eccessivo inquinamento ambientale. In genere si tratta di focolari non molto grandi, dotati di una porta in vetroceramica e di tubature da inserire nella cappa del camino; possono essere dotati anche di sistemi di ventilazione, che migliora la combustione, e può anche prelevare aria dall'esterno per forzarla ad entrare in casa, dopo averla riscaldata. Questi camini ad alta resa possono essere dotati anche di scambiatori di calore, per la produzione di acqua calda.

  • Cena romantica davanti al camino I caminetti a legna stanno diventando sempre più diffusi, così come le stufe e altri elementi riscaldanti, che utilizzano come combustibile materiali da fonti rinnovabili, come il pellet o i ciocchi d...
  • Rivestimento del caminetto in pietra Il rivestimento camino può essere fatto seguendo diverse metodologie che variano in base al materiale adoperato e al risultato finale auspicato. E’ consigliabile rivolgersi a professionisti del settor...
  • Termocamino a pellet Il termocamino a pellet è altamente efficiente; oltre a garantire il calore e l'effetto romantico di un focolare acceso, grazie alla tecnologia in essi contenuta è possibile utilizzarlo per un riscald...
  • Termocamino a legna Il termocamino a legna è la soluzione impiantistica di tipo domestico per chi vuole abbinare un sistema di riscaldamento a basso tasso di emissioni inquinanti ad un impatto estetico di tipo tradiziona...

Borsa portalegna, Aodoor Camino legno borsa in feltro, per legna da caminetto oppure per giornali cesto portariviste 50 x 25 x 25 cm (Grigio)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10€


Consigli per l'installazione

Camino a legna Prima di installare un camino a legna in casa, o di cominciare a progettarlo, è bene consultare un professionista del settore, per mostragli gli eventuali luoghi di posizionamento; costui sarà in grado di indicarvi in quali stanze della vostra casa è possibile porre in opera un camino, secondo la legge italiana. Infatti esiste una legislazione in questo campo che vieta di posizionare più camini nella stessa stanza, e ad esempio che costringe ad aprire prese d'aria nelle pareti delle stanze in cui viene posto un caminetto, o una caldaia. La legge impone anche di non utilizzare una singola canna fumaria per più scarichi di fumi, sia che si tratti di tubature originate da un caminetto o una stufa, sia che si tratti delle tubature delle cappe aspiranti della cucina. Oltre a questo, è sempre conveniente evitare di posizionare un caminetto vicino a materiali infiammabili, quali tendaggi, tappeti o una parete rivestita con tappezzeria; questo tipo di installazioni risultano anche vietate dalla legge. In molte regioni italiane è vietato accendere in inverno caminetti con bassa resa; è quindi conveniente installare un prodotto di ultima generazione.


Camino a legna: Camini a legna prezzi

Camino a legna L'intervallo di prezzo che vi potete aspettare per un camino a legna è molto ampio, e va da poche centinaia di euro, fino a cifre che possono sfiorare i 3-4000 euro. Molto dipende dalla tipologia di camino che volete installare. I meno costosi sono quelli tradizionali, a focolare aperto, che possono costare poche centinaia di euro, a cui è necessario aggiungere eventualmente la costruzione della canna fumaria, e anche il rivestimento delle pareti. Gli inserti per camino costano cifre che partono dai 500-700 euro, se poi sono dotati di scambiatore di calore o di interfaccia con l'impianto di riscaldamento domestico, allora la cifra supera i 1000 euro molto rapidamente. Se poi desiderate un oggetto di design, con rivestimento esterno in pietra particolare, o in altro materiale pregiato, ovviamente potete trovarvi con prezzi di varie tipologie. Per quanto riguarda il singolo focolare a camera chiusa, il prezzo dipende dalla quantità di calore prodotta, espressa in KW/ora, e influenza di molto l'eventuale utilizzo del camino come apparecchiatura per riscaldare la casa.