I camini a legna

La scelta del camino

Camini e stufe sono sistemi di riscaldamento che, grazie alle moderne tecnologie, sono oggi in grado di garantire il comfort termico necessario alla casa in tutta sicurezza, consentendo di risparmiare energia, camini a legna o stufe? La scelta sarà dettata dalle esigenze d’uso (solo riscaldamento o anche produzione d’acqua sanitaria) e dall’estetica dell’apparecchio, che deve inserirsi armoniosamente all’interno dell’arredamento del locale. L’aspetto estetico dei camini è dettato dai rivestimenti e dalle cornici, che rivestono il cuore del camino stesso ossia il focolare.
termocamino MCZ

Tronchetti di legna in ceramica, elemento decorativo per stufe a bioetanolo, 4 pezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25€


Struttura dei camini a legna

Camino piazzetta I camini a legna si suddividono in due categorie: a focolare aperto, che oltre ad essere decorativi permettono anche di cucinare a legna ed erogano aria calda nell’ambiente, e a focolare chiuso, che funzionano a sportello chiuso: sono più sicuri, hanno un maggior rendimento tecnico e sono in grado di riscaldare più locali.

La parte principale di un camino a legna è il suo focolare, in cui avviene la combustione. Può essere realizzato in muratura o prefabbricato ed è rivestito internamente in ghisa o in altri materiali refrattari che resistono a temperature superiori anche a 1200 gradi. Sotto il focolare c’è solitamente il cassetto raccogli cenere e delle griglie che tengono sollevata la legna facilitando l’areazione e la combustione. Dentro il camino vi è anche una cappa che raccoglie i fumi prodotti dalla combustione e li convoglia verso la canna fumaria. Il focolare può funzionare a convenzione naturale (il calore è ceduto tramite flussi d’aria naturali) o forzata (il calore viene ceduto attraverso ventole interne che lo trasmettono a più locali).


  • camino design Con l’arrivo della stagione invernale le giornate si accorciano e il tempo si raffredda sempre più. Cominciamo ad accendere il riscaldamento, ma resta un senso di freddezza in tutta casa, tanto da ten...
  • termocamino Spesso si pensa al camino come caldo focolare, ma il cui calore resti circoscritto alle aree della casa tangenti a esso. Molti non conoscono l’efficienza di un termocamino, che in alternativa o di sup...
  • liverpool piazzetta Il rivestimento del caminetto è una questione di gusto personale e stile che desideriamo attribuire all’ambiente circostante, ma la prima scelta e la più importante da fare è quella della decisione de...
  • mcz termocamino Con l’arrivo della stagione fredda, è bene pensare anche al riscaldamento nel modo più naturale possibile.Tante le possibilità tra cui l’installazione di un caminetto: preferire il calore della fiam...

LEGNA REFRATTARIA IN CERAMICA PER CAMINO STUFE A BIOETANOLO 10 PEZZI TRONCHETTI E PIGNE

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,99€
(Risparmi 8,51€)


I camini a legna: Quale uso del camino

camino palazzetti Prima di installare un camino a legna chiedetevi quale uso ne farete e valutate il fabbisogno termico di cui avete necessità. Il focolare del camino, infatti, non deve mai essere sovradimensionato rispetto al reale fabbisogno termico, altrimenti comporterà inutili consumi con un maggiore rendimento.

Se dovete riscaldare una sola stanza andrà benissimo un camino a legna con focolare chiuso o aperto. Quest’ultimo, invece, non sarà sufficiente se i locali da riscaldare sono più di uno. Meglio ricorrere a camini a legna con focolari chiusi e dotati di canalizzazioni ad aria calda. Il calore viene uniformemente diffuso da bocchette collocate nelle varie stanze.

E’ possibile che, essendo un generatore di calore, il focolare alimenti un impianto con radiatori o pannelli radianti. Per fare ciò occorre un termocamino ad acqua, perfetto anche per appartamenti di ampie metrature e in grado di produrre anche acqua calda sanitaria.