Pavimenti autobloccanti

I masselli autobloccanti

Che cos’è una pavimentazione autobloccante? È il risultato della posa affiancata di blocchetti realizzati in calcestruzzo, cotto o pietra, appoggiati su un piano di posa esterno incastrati tra loro solo meccanicamente senza impiego di malte o colle. A posa terminata, un getto di sabbia che finirà nelle fessure tra i blocchi consoliderà tutta la pavimentazione fissandola e rendendola stabile e ferma.

Le pavimentazioni in autobloccanti sono impiegate in diversi luoghi, sono carrabili e possono essere poste sia in ambito pubblico sia privato: infatti, piazze, marciapiedi ma anche cortili privati e garage, sempre più spesso sono realizzati con questa tipologia di piastrelle, che non si degrada e non si danneggia facilmente, come ad esempio succede per i massetti in cemento.

Sono molto versatili e permettono realizzazioni dalle forme e combinazioni più svariate, tanto da permettere libertà compositiva ad artisti e architetti, per pose anche particolari.

Inoltre, la posa è molto semplice, e può essere eseguita sia sul terreno adeguatamente preparato, sia su un massetto realizzato precedentemente. La manutenzione è molto semplice, poiché se un blocco si danneggia, è sufficiente sostituirlo senza problemi né perdite di tempo.

In foto: Pavimentazione in autobloccanti Ferraribk, Finitura Adige colore roccia vulcanica

ferraribk autobloccanti

Avantree Regolabile Tavolino per Letto, Vassoio per Computer Portatile da Letto, Ripiano Portatile Supporto Laptop Ripiegabile per Divano, Porta Notebook di Qualità, Leggio per Ragazzi, per Divano o Pavimento - Minitable Beige

Prezzo: in offerta su Amazon a: 39,99€


Posa e preparazione del terreno

ferraribk autobloccanti Posare un pavimento autobloccante è dispendioso unicamente in termini di fatica: infatti, tutto il lavoro consiste nel intervallare i blocchetti, posandoli uno accanto all’altro, per tutta la superficie da rivestire.

Tuttavia, la posa è piuttosto semplice e generalmente se complessa, è eseguita con l’aiuto di schemi preparatori per evitare errori di posa compositiva.

Preparazione del terreno: la prima fase consiste nello spianare il terreno esistente e prepararlo a ricevere gli autobloccanti. Con un rullo è bene comprimere il terreno affinchè una volta posati non sprofondino. In seguito, si andrà a posare un telo di geotessuto per limitare la crescita dell’erba, di sotto i blocchi, e poi posare uno strato di allettamento con sabbia che sarà perfettamente tirata a piombo.

A questo punto, si comincerà la posa, partendo dalla superficie retrostante senza toccare la sabbia livellata: si procederà posando le piastrelle in avanti, camminando su quelle già stabilizzate. Una volta terminata la posa, gli autobloccanti sono fermi tra loro meccanicamente: ora servirà interporre sabbia tra le fessure per terminare correttamente il lavoro e bloccare in maniera fissa tutta la pavimentazione .

In foto: Pavimentazione in autobloccanti Ferraribk, finitura Palladio colore luserna


  • fancy home design Quando la pavimentazione non è da interno casa, le soluzioni applicabili sono davvero molte, soprattutto poi, quando sono al coperto.Se poi parliamo di pavimentazione garage come in questo caso, ci ...
  • ideal work I pavimenti stampati sono sistemi innovativi proposti da più aziende sul mercato come la Ideal Work, la Stone International, la Durocem, l’Assopav e molte altre, che soddisfano la voglia di arredare c...
  • iperceramica pavimento in legno per esterni Quando si deve realizzare un rivestimento esterno orizzontale, per balconi o terrazzi, la possibilità di scelta è tra posa flottante, piastrelle posate con colla, oppure parquet in legno adatto a spaz...
  • Pavimentazione in autobloccanti Ferraribk Quando dobbiamo piastrellare e finire il nostro giardino, totalmente o in parte, è necessaria la scelta di un elemento che sia quello che viene posato ovunque necessiti: stradine, luoghi coperti da te...

Papillon - Modulo Per Bidet Sospeso Geberit Duofix

Prezzo: in offerta su Amazon a: 167,54€


Pavimenti autobloccanti: Decori, tipologie formali e stili di pavimenti autobloccanti

autobloccanti ediltosi Sono davvero tante le tipologie di pavimenti autobloccanti sia in materiale, forma e colore.

Tantissime le combinazioni realizzabili e gli stili abbinabili: infatti, si adattano alla perfezione a ogni sorta di ambiente e spazio, dal più rustico al più moderno. Quadrotti lineari e minimali in toni di grigi assemblabili, mattonelle in colore cotto nelle varie sfumature, forme curve e articolate, per realizzazione di schemi di semplice, media e complessa difficoltà compositiva.

Infatti, i pavimenti autobloccanti permettono progettazioni di schemi per la loro posa: decori, disegni e cornici permettono di realizzare composizioni di ogni tipo, per soddisfare ogni tipologia di esigenza estetica e formale per dare libero sfogo alla fantasia.

In foto: possibilità compositive e tipologie di Ediltosi Autobloccanti