Le console in soggiorno

Dove collocarla

La console nasce come mobile tipicamente pensato per l’ingresso e all’origine è una mensola con funzione decorativa, da appendere al muro. Oggi, invece, la console è un utilissimo pezzo d’arredo che trova spazio in vari ambienti della casa: non solo in ingresso, ma anche in soggiorno o nella camera da letto. La console in soggiorno ben si integra con il resto dell’arredamento anche grazie alle diverse forme che ha assunto: da semplice mensola si è oggi trasformata in scrittoio facilmente trasformabile a volte in un pratico tavolo. Se la si sceglie poi con doppio piano di appoggio è possibile riporre in ordine un maggior numero di oggetti. Se invece la console è agganciata alla parete, dovendo ospitare oggetti o libri magari pesanti, è bene che il modello preveda dei reggi mensola o degli elementi di sostegno del piano.
Console-Riflessi

INFINIKIT Haven Mobile porta TV - Bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 69,99€
(Risparmi 3,91€)


Dimensioni

In base all’uso che farete della vostra console in soggiorno o in un altro ambiente della casa in cui andrete a posizionarla potete decidere forma e dimensioni. Se la userete solo come piano d’appoggio andrà benissimo un modello di console fissa, altrimenti, se la necessitate come tavolino all’occorrenza, meglio orientarvi su un modello trasformabile.

Solitamente le console hanno più o meno la stessa profondità e la stessa altezza, mentre può variare la larghezza.

Nelle versioni di console fissa la profondità arriva a 40 cm e l’altezza può raggiungere gli 80 cm. Le versioni trasformabili hanno una profondità di 50 cm e in altezza raggiungono i 75 cm, in modo da poterle utilizzare come tavolo insieme alle sedie.

Si può infine pensare di abbinare la console ad uno specchio: l’accoppiata, che un tempo era quasi d’obbligo, risulta ancora vincente.


  • angolo studio La cosa fondamentale per la creazione di un angolo studio, è la luce. Può sembrare brutto e freddo detto cosi, ma se la luce del vostro angolo studio non è quella corretta, non avrete per nulla voglia...
  • usame kartell Nell’arredo di una zona giorno non può assolutamente mancare un mobile, un divano e un comodo tavolino da salotto. Può sembrare una cosa superflua, futile, inutilizzata ma vi renderete conto del gra...
  • console Nei primi anni novanta grazie all'invenzione della grafica tridimensionale, appaiono sul mercato le prime console per giocare. Si differenziavano molto dai computer in quanto non erano espandibili e l...

Trendteam, CT11268, Tavolino da salotto, dal design Shabby Chic Retro, piano in melammina, Grigio effetto legno con striature bianche (Canyon white Pinie), 110 x 65 x 47 cm (lunghezza x larghezza x altezza)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 77,03€


Le console in soggiorno: Le trasformabili

Consolle-Pianca Se lo spazio a disposizione non vi consente di avere un tavolo fisso nella zona pranzo, potete pensare di sostituirlo con una console trasformabile, che con meccanismi di allungo facilmente gestibili vi consentono di avere a disposizione un mobile jolly trasformabile, che, chiuso, occupa poco spazio ed è una pratica superficie d’appoggio, allungato invece raggiunge le dimensioni di un vero tavolo.

Per la console trasformabile occorre considerare lo spazio che occupa quando è aperta, più altro 80 cm liberi attorno al piano, per posizionare le sedie.

Di vari modelli, questi tipi di console per il soggiorno sono particolarmente indicate: ci sono quelle in cui il piano semplicemente si sdoppia, con meccanismo di apertura a libro, mediante cerniere a scomparsa, mentre le gambe ruotano intorno ad un perno e cambiano posizione. La posizione e l’altezza del piano della console possono essere selezionate grazie a profili telescopici con meccanismo azionabile facendo scorrere le gambe da un lato. Oppure ancora, alcune console sono dotate di piani aggiuntivi ed altre che mixano meccanismi differenti. A volte, piano ed allunghe utilizzano materiali differenti, per creare contrasti estetici piacevoli e d’effetto.