Cucine open space

Cucina open space

Come arredare una cucina open space? Innanzitutto, bisogna scegliere che tipo di stile utilizzare, classico, moderno ecc... Per rendere l'ambiente perfettamente omogeneo è necessario anche scegliere un colore generale.

Che si scelga di delineare l'ambiente secondo uno stile classico o moderno l'obiettivo è sempre lo stesso: creare un luogo confortevole e ampio senza renderlo dispersivo e utilizzando pochi mobili.

Per dividere le zone nelle cucine open space, si dovranno utilizzare dei mobili che non siano troppo grandi e ingombranti, meglio bassi.

A questo proposito, i mobili ideali per questo tipo di arredamento sono ad esempio isole e penisole, in quanto oltre ad essere molto funzionali e versatili, non trascurano l'estetica.

Un esempio di arredo per spazi open space è la linea di cucine Flux Swing (in foto) di Scavolini, che garantisce la possibilità di comporre la soluzione più adatta alle proprie esigenze.

Per quanto riguarda la pavimentazione è consigliabile un'unica superficie per garantire una maggiore uniformità spaziale.

Flux Swing di Scavolini

KalaMitica Lavagna Metallica per Magneti, 56x38 cm, Antracite

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23€


Cucine soggiorno open space

Snaidero, linea Lux Sempre più persone scelgono di fondere la cucina e il soggiorno in unico ambiente open space. Se si preferiscono le cucine soggiorno open space alla tradizionale abitudine di separare i due ambienti, bisognerà scegliere uno stile unico per entrambi in modo tale da creare una perfetta omogeneità.

E' importante analizzare con attenzione lo spazio disponibile e, una volta fatto, decidere quanto spazio dedicare alla cucina e quanto spazio dedicare al soggiorno. Ovviamente è consigliabile che alla cucina sia dedicato meno spazio di quanto se ne dedicherà al soggiorno. Sempre parlando di organizzazione dello spazio, per non occuparne troppo, sono alquanto utili delle mensole a vista in metallo o in legno per contenere le stoviglie e i piatti.

Le stesse mensole, affinché si crei una continuità tra i due ambienti, possono essere utilizzate nel soggiorno per appoggiare altri oggetti. I colori, i materiali tessili e lo stile devono essere gli stessi in modo tale che non si noti alcun distacco. Se si preferisce, basterà semplicemente utilizzare un colore predominante o nella cucina o nel soggiorno e riprenderlo in minore quantità nell'altro luogo.

In foto: cucina Lux Snaidero.

  • Come arredare cucina e soggiorno in un open space Se si dispone di un ambiente aperto, prima di acquistare l'arredamento, bisogna pensare come sfruttare al meglio gli spazi creando una zona operativa dove cucina e soggiorno possano convivere definend...
  • cucina in legno Si è appena conclusa Eurocucina, biennale che porta sotto i riflettori le ultime novità proposte dalle aziende per rendere più bello e funzionale l’ambiente della casa che è divenuto il fulcro della v...
  • cucina scavolini King&Miranda Design firmano l’esclusivo progetto Scenery di Scavolini: nasce la cucina palcoscenico. “Dall’inizio di questo progetto abbiamo identificato due obiettivi principali: la creazione di nuov...
  • cucina moderna Prima di pensare al modello della cucina che arrederà la nostra casa, ci sono diverse cose da sapere. Grande attenzione va riposta alla collocazione degli scarichi del lavello, della presenza della ca...

Kitchenaid Artisan 5KSM150PSEER Robot da Cucina, Rosso Imperiale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 490,99€
(Risparmi 108,01€)


Cucine open space con isola

Cucina Ethica Veneta cucine Le isole non sono adatte solo a chi ha una cucina molto grande, ma soprattutto a chi ha voluto creare una cucina open space.

La scelta dei mobili per questi spazi è fondamentale; l'isola è uno dei mobili più consigliati per chi si approccia alla sistemazione di un open space.

Le cucine open space con isola sono l'ideale per evitare il distacco che potrebbe crearsi tra la cucina e il soggiorno. Infatti, l'isola è un mobile che, oltre ad avere la comodissima funzione di piano d'appoggio, può nascondere un tavolo al suo interno. Quest'ultimo può trasformarsi anche in un piano bar per degli aperitivi. L'isola permette anche di nascondere, in un certo senso, le attrezzature della cucina, essendo il punto fondamentale di unione con il soggiorno, come nella linea Ethica (in foto) di Veneta Cucine.

Questo tipo di arredo salva spazio, può essere costituito da diversi materiali, come alluminio e legno, la cui scelta dipenderà dallo stile generale che avete deciso di adottare. Per donare luminosità all'ambiente, oltre ad utilizzare materiali dai colori chiari, bisognerebbe scegliere isole arricchite con il vetro o il cristallo, soprattutto se la casa non è molto grande.


Arredare open space cucina

Atelier Scavolini Per arredare una cucina open space correttamente è necessario sapere con esattezza come utilizzare lo spazio, che, non essendo suddiviso da mura deve essere organizzato attraverso l'arredamento stesso.

Innanzitutto, la luminosità è molto importante, quindi si dovrebbe evitare di ridurla con delle tende scure e pesanti alle finestre e, anzi, bisognerebbe evidenziarla con colori chiari e materiali come vetro e cristallo. Per quanto riguarda il riscaldamento, bisogna assicurarsi che i termosifoni siano in grado di riscaldare degli ambienti così grandi.

In seguito, una volta scelto lo stile di arredamento, moderno, classico, minimalista, etnico, ogni mobile che si andrà a scegliere dovrà rientrare in quello stile.

Se qualcuno preferisce suddividere in modo più marcato gli spazi, potrà utilizzare dei separé, mobili grandi come librerie, oppure per un distacco ancora maggiore, pavimentazioni e pareti diverse.

Foto: Cucina Atelier di Scavolini


Cucine open space

Cucina Crystal di Scavolini Le cucine open space possono essere fondamentalmente di due tipologie: del tipo 'diviso', ossia concepite come un unico ambiente con il soggiorno ma comunque separate da esso tramite alcuni accorgimenti oppure del tipo 'unito' in cui la differenza tra i due ambienti quasi non si nota. Nel primo caso c'è la volontà di distinguere soggiorno e cucina, per evidenziare le diverse aree funzionali in cui si svolgono azioni diverse.

Nel secondo caso, invece, si punta ad aumentare la socialità e la convivialità in famiglia poiché si riesce a stare tutti insieme anche mentre si svolgono attività diverse integrando i due ambienti.

A seconda del locale che si ha a disposizione, si può scegliere una composizione in linea se lo spazio è tanto, oppure disponendo la cucina a ferro di cavallo su tre lati, nel caso in cui non si abbia molto spazio.

Foto: Crystal di Scavolini.