Ecco cosa sapere prima di comprare una cucina con isola

Come decidere se la cucina con isola fa al caso nostro

La cucina a isola è una soluzione moderna, comoda e anche di grande impatto visivo. Si fonde con il living, diventandone il cuore pulsante, e funge anche da elemento divisorio fra la zona dining e la zona relax. Ma come capire se davvero possa fare al caso nostro? Analizzando alcune questioni importanti.



Innanzi tutto, se è vero che molte composizioni a isola non richiedono necessariamente uno spazio ampio, è anche vero che deve esserci la possibilità di installare, aprire e usare agevolmente il frigorifero, il forno ed eventualmente anche la lavastoviglie. Occorre quindi conoscere con esattamente i relativi ingombri.



Fondamentale è anche accertarsi che intorno al blocco centrale – attrezzato o meno - sia possibile muoversi senza problemi. In fase di progettazione, inoltre, bisogna valutare se sia possibile condurre fino all’isola gli attacchi della luce, del gas, dell’acqua e i relativi scarichi. Se ci sono difficoltà circa il gas, si può sempre optare per un piano cottura a induzione.



Si tenga inoltre presente che l’isola deve essere illuminata dall’alto, quindi anche i relativi dispositivi devono essere definiti e scelti durante la progettazione. Infine, una considerazione che può sembrare banale e invece non lo è affatto: le composizioni di questo tipo impongono di cucinare davanti a tutti e potrebbero perciò non risultare l’ideale per chi è alle prime armi o non si sente particolarmente a suo agio ai fornelli e necessita di una certa riservatezza.

Veneta Cucine Lounge Arancio Brick – novità 2020

PP60-F Portaposate cassetto cucina 60 plastica Lube Scavolini

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,9€


Pro e contro di questi modelli

  • Essenza di Lube
  • Infinity di Stosa
  • Liberamente di Scavolini
La cucina a isola presenta diversi vantaggi. Il principale pregio? Favorisce la convivialità, perché si può cucinare e al contempo godere della compagnia di familiari e amici, tenendo anche d’occhio i più piccoli. Inoltre è dotata di una grande capacità contenitiva, nel senso che i fianchi dell’isola possono diventare vani chiusi e/o a giorno in cui sistemare piatti, pentole, cibi e tutto ciò che si desidera.



Il top, invece, può essere utilizzato come tavolo e completato da sgabelli oppure ospitare i fuochi, il lavabo e il piano lavoro. Anche in virtù del fatto che la profondità è maggiore rispetto a quello di un piano normale, si usufruisce di un ottimo grado di comfort. In più, gli elettrodomestici possono essere incassati e nascosti alla vista e mentre si cucina non c’è il rischio di sporcare muri e piastrelle.



D’altra parte, non manca qualche contro. Gli odori e i fumi di cottura si diffondono nell’ambiente e danno fastidio; con una buona cappa il problema si risolve ma non completamente, per ovvi motivi. Anche scegliendo una composizione dalle dimensioni contenute, inoltre, il blocco isola può risultare un po’ pesante. L’altezza del piano, poi, è quasi sempre superiore a quella di un tavolo, quindi chi sceglie di usare l’isola anche per mangiare deve usare gli sgabelli. Che non per tutti risultano comodi.


  • Cucina open space Liberamente Scavolini L'unione di due diversi ambienti confinanti di un appartamento può rappresentare l'ideale soluzione per rinnovare l'arredamento e, al contempo, recuperare oggettivamente spazio con eleganza e fluidità...
  • Le 5 regole per progettare l’isola cucina Nelle nuove logiche della casa, la cucina a isola conquista sempre più consensi. Ecco 5 regole per progettarla.Prevedere degli attacchi elettrici per poter sfruttare il piano come area della cuci...
  • cucina all'americana Park Avenue by Ged Dopo il rock, il fast food e il fitness, gli americani ci hanno trasmesso un'altra passione: quella per il loro modo di vivere la cucina. Le cucine americane classiche stanno guadagnando così tanti ...

WOLTU BT22ws Tavolo da Bar Cucina Scafalle a 3 Ripiani con Portabottiglie Vino Organizzatore in Metallo MDF Bianco 113x40x105cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 75,99€


Interventi necessari per progettarla

  • Lain – Euromobil
  • Contempo – Creo Kitchens
  • D90 – TM Italia Cucine
Se si desidera la cosiddetta isola operativa, quindi attrezzata con piano cottura e lavello, occorre affidare a personale specializzato la realizzazione di tagli a pavimento per portare il gas, la corrente e gli scarichi.



La presenza del lavello, e magari anche della lavastoviglie, si traduce in interventi ancora più invasivi in quanto i suddetti tagli devono essere più larghi; questo il motivo per cui molti preferiscono far installare soltanto il piano cottura o addirittura scelgono un piano a induzione. D’altra parte, c’è un modo per evitare impegnativi (e costosi) lavori di muratura e consiste nella costruzione di una pedana nella quale collocare gli impianti.



Necessaria è anche l’installazione della cappa cucina, che può essere telescopica, cioè integrata nel piano stesso, sospesa oppure a soffitto; per quanto concerne quest’ultima tipologia, è possibile scegliere anche un modello a scomparsa. E ancora, l’isola richiede la giusta illuminazione.



Alcune cappe hanno dimensioni tali da illuminare in modo uniforme il piano dell’isola. Negli altri casi è bene predisporre altri punti luce scegliendo faretti da incasso oppure lampade sospese.


Ecco cosa sapere prima di comprare una cucina con isola: Fatevi un’idea dei prezzi della cucina ad isola

Timeline – Aster Cucine Ma quanto costa una cucina a isola? Questa è una domanda chiave. Ma risulta veramente impossibile dare risposte precise, perché sono tante le variabili che influiscono sul prezzo finale, per esempio le dimensioni (non solo del blocco isola ma anche degli altri elementi), la struttura, i materiali, il brand.



In ogni caso, per le composizioni complessivamente poco estese possono bastare 15.000 euro circa, mentre per quelle medie occorrono in media fra i 20.000 e i 30.000 euro. L’utilizzo del legno, ovviamente, fa incrementare le cifre rispetto ad altri materiali come il laminato.



Per le cucine a isola imponenti e di qualità elevata, si mettano in conto almeno 40-45.000 euro. I modelli luxury e di design possono costare anche 70-75.000 euro.